23enne affetto da sindrome di invecchiamento precoce, si laurea con 110 e lode: la tesi era sulla sua malattia

Sammy Basso affetto da sindrome di invecchiamento precoce, si laurea con 110 e lode, ecco la sua storia

Sammy Basso, un ragazzo di 23 anni, colpito da una rara malattia, si laurea con 110 e lode, presentando una tesi sulla sua malattia: sindrome di invecchiamento precoce.Sono malata, soffro di Wanderlust

Sammy, anche questa volta riesce a sorprendere tutti, una tesi perfetta, parlando della sua rara malattia, si è laureato in Scienze Naturali, con indirizzo Biologico Molecolare all’Università di Padova.

Il ragazzo, colpito da questa malattia genetica, era stato in Erasmus a Oviedo, in Spagna, ma quando sono arrivati i complimenti su Twitter, proprio sul profilo dell’Università, una grandissima emozione ha invaso il giovane ragazzo.

‘’Complimenti a Sammy Basso da anni simbolo e promotore del sostegno alla ricerca scientifica sulla progeria che oggi si è laureato in Scienze’’. L’annuncio dell’università, ha fatto subito giro in web.

Sindrome di invecchiamento precoce è una rara malattia che ha colpito finora 70 persone in tutto il mondo, tra cui 5 solo in Italia.

Per cercare di capire questa malattia, Sammy si era iscritto all’università nel 2015, precisamente, al corso di laurea in Scienze Naturali. Insieme alla sua famiglia, si è impegnato in diverse iniziative a favore della ricerca di questa strana patologia.

Questa malattia chiamata sindrome di invecchiamento precoce o sindrome di Hutchinson, non ha nessun tipo di cura. Una rara malattia genetica che per Sammy ormai non è una condanna, ma e con il tempo, ha imparato a prenderla per quello che è e renderla unica, aveva dichiarato in un ‘intervista. Da sempre, il sogno di Sammy era quello di diventare ricercatore e studiare questa rara malattia, sogno che si sta avverando.

Purtroppo, i pazienti affetti da questa patologia, muoiono intorno ai 14 anni, a causa di un arresto cardiaco o ictus, e la notizia più triste è proprio questa: la malattia, non è curabile.

Perdita di capelli, osteoporosi, rigidità delle articolazioni, pelle rugosa, grasso sottocutaneo, sono solo alcune caratteristiche di questa rara patologia.Vaccini obbligatori: per Salvini 10 sono troppi… ma ne siamo sicuri?

 

 

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.