TFR e TFS: le differenze, a chi spettano e come si calcolano

TFR e TFS sono differenti tra di loro, anche se vanno sempre erogati ai dipendenti alla fine del loro percorso lavorativo, ecco in cosa cambiano

Il TFR e il TFS spettano, entrambi, ai dipendenti alla fine del rapporto di lavoro, ma ci sono delle particolarità che li rendono diversi. TFS (Trattamento di fine rapporto) e TFS (Trattamento di fine servizio) vengono erogati al dipendente alla fine del rapporto lavorativo, indipendentemente dal motivo del licenziamento. L’importo che viene erogato ai dipendenti viene calcolato in modo diverso per i due tipi di trattamento, come ad esempio gli anni di servizio svolto e della retribuzione annua. Vengono comunque applicai dei correttivi e delle percentuali che li differenziano tra loro. Importante precisare che il Trattamento di fine servizio viene erogato per i dipendenti pubblici, mentre quello di fine rapporto può essere corrisposto sia in favore del settore pubblico che privato.

TFR: che cosa è

Il Trattamento di fine rapporto spetta a tutti i lavoratori dipendenti in forza all’azienda sia a tempo indeterminato dal 2001 sia a tempo determinato a partire dal 2000.

Il Trattamento di fine rapporto riguarda i lavoratori del settore pubblico, che rientrano nel pubblico impiego contrattualizzato, e quelli del settore privato. Esso viene erogato a prescindere dalla causa, che possa essere licenziamento o dimissioni. Quindi, può essere definito come indennità di liquidazione con natura contributiva.

TFS: che cosa è?

Il TFS come concetto si avvicina al TFR ma non sono uguali. Il TFS è un indennizzo in denaro corrisposto alla fine del rapporto di lavoro, ma unicamente per i dipendenti pubblici. Quindi chi non ha diritto a ricevere il TFR devono ricevere il Trattamento di fine servizio.

Il TFS, a differenza del TFR, ha anche natura retributiva e previdenziale, esso si calcola sull’ultima retribuzione percepita.

TFS può essere erogata con diverse metodologie:

  • buonuscita per i lavoratori civili e militari dello Stato;
  • premio di servizio, per lavoratori degli enti locali e del settore sanitario;
  • indennità di anzianità calcolata in base ad un mezzo per ogni anno lavorativo.

TFR e TFS: come si calcolano e le loro differenze di calcolo

Le differenze tra TFR e TFS consistono non solo sul tipo di lavoratori a cui sono destinati le due tipologie di Trattamento, ma anche il calcolo avviene in modo diverso. Il Trattamento di fine servizio ha carattere previdenziale oltre che retributivo, mentre il Trattamento di fine rapporto è una quota di salario rivalutato alla fine del contratto di lavoro.

L’importo del TFS si ottiene calcolando un dodicesimo dell’80% della retribuzione lorda annua, inclusa la tredicesima, e moltiplicarlo per il numero degli anni utili. Facciamo un esempio pratico su uno stipendio lordo annuo di 30.000 euro. Si calcola l’80% di 30.000 che risulta essere 24.000, di cui si calcola 1/12 che è 2.000. Quest’importo va moltiplicato per 20 anni e si ottiene l’importo che verrà liquidato 40.000 euro.

Il TFS verrà erogato in un’unica soluzione se l’importo non supera i 90.000 euro, in 2 soluzioni se non supera i 150.000 euro e in tre rate se supera i 150.000 euro in su.

Il TFR si calcola sommando le retribuzioni lorde dell’anno, inclusa anche di tredicesima o quattordicesima dove è previsto, e dividere il tutto per 13,5. Va sottratto il contributo Inps dello 0.5% dal risultato ottenuto e poi rivalutare il risultato con la variazione Istat che cambia di anno in anno.

Anticipo TFS: finalmente pronti per la partenza, calcolo e interessi


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.