730 2020: tutte le novità del nuovo modello dichiarativo

Tutte le novità del 730-3 del 2020 riferito ai redditi 2019: vediamo cosa cambia

E’ possibile visualizzare sul sito dell’Agenzia delle Entrate le bozze dei nuovi modelli dichiarativi 2020, tra cui, apppunto il 730. Vediamo quali sono le novità al riguardo previste per il 2020. Le novità sono molteplici e vanno dall’aumento del reddito dei figli a carico alla possibilità di utilizzare il modello dagli eredi dei deceduti entro il 23 luglio 2020.

Modello 730 2020

Una delle novità riguarda la possibilità di utilizzare il modello 730 2020 da parte degli eredi di coloro che sono venuti a mancare nel corso del 2019 o, comunque, entro il 20 luglio 2020. Gli eredi, infatti, se il de cuius aveva i requisiti per utilizzare il 730, potranno presentare la dichiarazione che, però, non potrà essere consegnata al sostituto d’imposta neanche dall’erede.

Inserimento di due nuovi codici per identificare le tipologie di reddito agevolabili per coloro che sono residenti a campione d’Italia.

E’ stata, poi, eliminata la colonna 5 per la “quota TFR”, visto che nel 2019 non è stata prorogata la possibilità di vedersi erogare, mensilmente, il TFR in busta paga per la quota maturata nel periodo.

Per quel che riguarda, invece, le erogazioni liberali a favore di Onlus è possibile utilizzare la colonna 2 del rigo E36 (di nuovo inserimento) per utilizzare il residuo delle detrazioni non utilizzate nelle dichiarazioni precedenti ed in particolare l’importo deducibile non utilizzato con la dichiarazione relativa al 2018.

Per il riscatto laurea e per le colonnine di ricarica per le auto elettriche è stato inserito nella dichiarazione 730-3 il rigo 40 in cui indicare l’importo delle due detrazioni utilizzato per la diminuzione dell’imposta.

Nel modello 730-3 sono stati inseriti dei nuovi righi e nello specifico: 57 “Altri crediti d’imposta”, 154 “Residuo credito d’imposta per erogazioni sportive”, 155 “Residuo credito d’imposta per bonifica ambientale”, 158 “Credito d’imposta per erogazioni sportive” e 159 “Credito d’imposta per bonifica ambientale”

Per gli insegnanti che impartiscono lezioni private, invece, se si sceglie la tassazione ordinaria si dovrà indicare il codice “5” mentre per chi opta per l’imposta sostitutiva si ricorda che è necessaria la presentazione del quadro RM e del frontespizio del modello Redditi PF 2020.

 

Per le detrazioni figli a carico si ricorda che da quest’anno i figli con età compresa fino ai 24 anni potranno percepire un reddito personale fino a 4 mila e proprio per questo motivo sono state aggiornate le istruzioni del paragrafo familiari a carico

Se i genitori, poi, non trovano capienza nel figlio a carico per la detrazione delle spese di previdenza complementare, nella propria dichiarazione dovranno indicare “Soggetto fiscalmente a carico di altri”  tramite l’indicazione del codice esatte e non barrando la casella.

Per il 2019 la detrazione delle spese di istruzione l’importo massimo per il quale si può chiedere la detrazione è fino a 800 euro. Le spese vanno inserite nella colonna 1 dei righi dall’E8 all’E19 con codice 12.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.