730 o Redditi 2018 senza sostituto, come fare per avere il rimborso?

In caso di mancanza del sostituto d’imposta, cosa bisogna fare per la dichiarazione dei redditi e come ottenere il rimborso: ecco le novità

Chi non ha un sostituto di imposta, perché si è ritrovato ad esempio licenziato, può optare sempre a compilare il 730 per la dichiarazione dei redditi. Vediamo cosa fare nello specifico.

Che cosa è il sostituto d’imposta

Il sostituto d’imposta non è altro che il datore di lavoro. Viene detto sostituto d’imposta proprio perchè è un tramite tra il lavoratore e il fisco, in questo modo è compito del datore di lavoro riscuotere le tasse e versarle al fisco. La Legge italiana decidendo che sia il datore di lavoro, il soggetto responsabile, a riscuotere le tasse e a versarle al fisco ha semplificato al contribuente il rapporto con il fisco ma soprattutto ha limitato la probabilità di evadere il pagamento delle tasse.

Come compilare il 730

Molto importante è indicare nel modello 730 l’esatto sostituto d’imposta, per ottenere senza disguidi l’eventuale rimborso IRPEF.

Controllare, se si presenta il 730pre-compilato se il sostituto d’imposta indicato sia esatto. Se fosse diverso devi selezionare sul 730 l’opzione “nuovo Sostituto” e inserire tutti i dati riguardante il nuovo sostituto d’imposta.

Il 730 viene presentato da chi è un lavoratore dipendente, un collaboratore, ma anche se, sfortunatamente sei stato licenziato, quindi in mancanza di sostituto d’imposta. Se, quindi, non hai un sostituto d’imposta, perchè disoccupato, sul 730 puoi scegliere l’opzione “Nessun sostituto”. In questo caso se dalla dichiarazione risulti che sei a credito verso L’Agenzia delle Entrate, il rimborso ti sarà erogato dall’Agenzia stessa. Se invece sei a debito, dovrai versare l’importo dovuto tramite il modello F24.

Come avviene il rimborso Irpef

Il rimborso Irpef si riceve sulla busta paga di luglio se si ha il sostituto d’imposta, invece i tempi sono un po’ più lunghi in caso di mancanza di quest’ultimo.

I metodi di rimborso per l’accredito da parte dell’Agenzia delle Entrate sono:

  1. Accredito in conto corrente bancario o postale;
  2. Tramite bonifico;
  3. Tramite vaglia cambiario emesso dalla Banca d’Italia per importi inferiori a 2.999 euro.

Si può presentare una dichiarazione congiunta

In alternativa, in occasione non si avesse il sostituto d’imposta, è presentare il 730 congiunto, se il proprio coniuge ha un sostituto d’imposta.

La dichiarazione congiunta la si può presentare quando almeno uno dei coniugi abbia un sostituto d’imposta e i seguenti requisiti:

  • pensionati o lavoratori dipendenti;
  • persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente;
  • soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive;
  • persone impegnate in lavori socialmente utili;
  • lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno.

Nella compilazione del 730 congiunto bisogna indicare come dichiarante chi presenta la dichiarazione e l’altro è definito coniuge. È importante compilare la sezione dove si indica che si vuole presentare una dichiarazione congiunta e indicare il codice fiscale del coniuge in caso si è il dichiarante, invece indicare il codice fiscale del dichiarante in caso si è il coniuge.

leggi anche: Detrazioni spese interventi chirurgici modello 730/2018: ecco come fare

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.