730 precompilato 2020 e spese sanitarie, bisogna verificare se il Fisco ha decurtato i rimborsi

Modello 730 precompilato: ecco cosa bisogna controllare per evitare multe dal Fisco, tutte le informazioni utili in base alle ultime novità

Due giorni fa, l’Agenzia delle entrate ha messo online il modello 730 precompilato con tantissime notizie in più. Il 730 precompilato potrà essere inviato a partire dal 14 maggio e fino al 30 settembre 2020. Mentre il modello Redditi 2020 può essere modificato dal 14 maggio ma può essere trasmesso dal 19 maggio al 30 novembre. Bisogna chiarire che per ottenere in busta paga di luglio 2020 conviene inviarlo il prima possibile. 

730 precompilato 2020: bisogna verificare le spese inserite

Tante le informazioni inserite nel 730 precompilato, dalle spese sugli immobili alle spese sostenute per i familiari a carico. Tutte queste spese che nel 2020 saranno sicuramente più complete, in quanto alla lista dei soggetti tenuti alla comunicazione dei dati al Sistema tessera sanitaria si sono aggiunti nuovi professionisti: igienisti dentali, logopedisti, dietisti, fisioterapisti e tecnici ortopedici. Inseriti negli oneri anche i contributi  versati all’Inps da chi usa il libretto di famiglia (ad esempio colf e badanti).

Bisogna fare molta attenzione specialmente sulle spese sugli immobili in quanto potrebbero accadere tre casistiche: la variazione è intervenuta nel 2019 e il Fisco non l’ha intercettata e riportata nel 730 precompilato; dati mancanti o inesatti comunicati dai soggetti terzi; dati mancanti o non aggiornati in riferimento ai contratti di locaizone. 

In riferimento alle spese sostenute per i familiari a carico sono automaticamente inserite nel 730 precompilato ma bisognerà verificarle in base alla quota effettivamente sostenuta dell’onere. Le spese sanitarie come sopra riportate sono arricchite da nuovi dati comunicati dai dietisti e fisioterapisti, ma anche dalle spese sostenute per la retta di asilo e le spese universitarie, che prima bisognava integrare a mano. 

Bisogna, inoltre, fare molta attenzione ai dati riportati dal Fisco, soprattutto per le spese sanitarie, bisogna controllare se il Fisco ha decurtato eventuali rimborsi versati da casse sanitarie e assicurazioni. 

È possibile visualizzare il 730 precompilato 2020 direttamente da casa utilizzando Spid o le credenziali Fisconline e Inps. Dal 14 maggio sarà possibile accettarla, integrarla ed inviarla.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”