Abbronzati o rimborsati, arriva l’assicurazione che salva le vacanze dal coronavirus (e dalla pioggia)

Quest’anno la paura di pagare la vacanza, o anche un solo giorno al mare, senza poterne poi godere è molto più alta. Per questo arrivano le assicurazioni (gratuite o di importo bassissimo) per proteggere la vacanza.

Nonostante il bonus vacanza, che in qualche modo aiuta gli italiani ad affrontare il periodo estivo e le ferie, sono molti ad essere preoccupati. Cosa accade se prenoto la vacanza, pago l’anticipo e poi, per qualsiasi causa esterna alla mia volontà mi viene impedito di partire per fruirne? Mettiamo, ad esempio, che come si paventa ci sia una nuova ondata di contagi.

Arriva l’assicurazione vacanze contro il coronavirus

Oltre alla questione economica, quindi, c’è anche la questione sicurezza e gli italiani non si sentono sicuri a prenotare non sapendo come andranno i contagi. C’è, quindi, molto bisogno di rassicurazioni per chi deve investire un budget già limitato.

Il primo progetto in tal senso parte dall’Isola d’Elba che lancia “ElbaOK”, una proposta nata per convincere gli italiani a prenotare fin da subito senza la preoccupazione di quello che potrebbe accadere.

Viene proposta una polizza assicurativa gratuita (ma solo nelle strutture convenzionate) che, in caso di cancellazione del soggiorno causa COVID-19, offre copertura dei costi della vacanza e il rimborso di qualsiasi spesa sostenuta in tal senso.

In caso, invece, si dovesse malauguratamente ammalarsi di COVID-19 durante la vacanza, la polizza copre non solo le spese mediche ma prevede anche un’indennità di convalescenza e malattia durante il periodo di permanenza sull’Isola d’Elba.

Non solo l’Elba

Il progetto ha avuto successo al punto che si sono accodata in progetti simili anche altre zone dell’Italia. Ed il Veneto propone una sorta di polizza “Abbronzati o rimborsati”.

Sempre partendo dal presupposto che le spiagge sicuramente saranno meno affollate degli anni precedenti, il rischio di eventuale pioggia, proprio il giorno che si è prenotata la spiaggia e il mare potrebbe scoraggiare le persone dal prenotare. Dover pagare, infatti, per una giornata al mare con la pioggia non piace a nessuno.

Attualmente 3 stabilimenti di Jesolo hanno adottato un’iniziativa molto rassicurante: in caso di pioggia nel giorno in cui si sono pagati ombrellone e lettini in spiaggia rimborso completo dell’importo giornaliero. Questa piccola assicurazione, però, ha un costo: si paga 1 euro in più al momento della prenotazione se si vuole usufruire dell’assicurazione contro la pioggia (non molto prevedibile visto che, almeno per quest’anno, la prenotazione in spiaggia è obbligatoria).

Le due iniziative, che sono piaciute molto ai possibili turisti, molto probabilmente verranno replicate anche altrove, per incentivare le prenotazioni in sicurezza.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.