Abolizione Canone RAI, lo prevede il nuovo governo: bufala o verità?

Il nuovo governo italiano abolirà il Canone RAI: bufala o verità?

Il Canone RAI potrebbe essere abolito dal nuovo Governo Italiano, Movimento 5 stelle – Lega. Questa è la notizia che da giorni rimbalza tra vari social network e siti di notizie.

Quanto c’è di vero?

Il Canone RAI, una delle tasse più odiate dal popolo italiano, con l’avvento del nuovo governo italiano, potrebbe non pagarsi più.

Sia il Movimento 5 stelle sia la Lega si sono sempre espressi contro questa imposta, quindi molto probabilmente potrebbero intervenire a favore della sua abolizione.

Molti siti hanno riportato che questa tassa ingiusta e non equa non potrebbe essere più pagata grazie al contratto di governo in cui vi sono tante promesse a favore dei cittadini. Se realmente queste fossero realizzate il popolo italiano si riscatterebbe ritrovando un pò di dignità.

Il Canone RAI viene pagato per finanziare tre reti nazionali, anche se gli italiani hanno una scarsa qualità di programmi, quindi i soldi versati dai contribuenti non sono investiti correttamente.

Più volte le forze politiche si sono espresse contro il Canone RAI, ritenendolo una tassa ingiusta, ma difficile d’abolire, per le scarse coperture economiche.  Oggi vi è speranza che la Lega e i pentastellati ci possano riuscire o quanto meno modificarla in un’imposta più equa per tutti.

Quindi si spera che il nuovo governo possa mantenere e realizzare tutte le promesse fatte in campagna elettorale e dare al popolo italiano quel riscatto che merita.

canone rai

Che cosa è il Canone RAI

Il Canone RAI è una tassa che paga ogni famiglia italiana per la detenzione di un apparecchio televisivo. Essa, con il governo Renzi, è stata inclusa nella bolletta della fornitura di energia elettrica. Se non si è in possesso di un apparecchio televisivo c’è la possibilità di presentare una dichiarazione di esonero del pagamento della tassa.

IL Canone Rai è dell’importo di 90 euro, e viene pagato rateizzato sulle fatture emesse dalle imprese elettriche da gennaio ad ottobre.

I pensionati con un reddito inferiore ai 18.000 euro, possono far richiesta di addebito sulla pensione al proprio ente pensionistico.

Bufala o realtà

Dobbiamo chiarire che questa notizia per ora è una bufala, poiché nel contratto di governo stipulato dalla Lega e dal Movimento 5 stelle non compare nessuna voce al riguardo dell’abolizione del canone RAI. Quindi non vi è nessuna certezza di tale abolizione o revisione dell’imposta possa avvenire a breve.

Leggi anche: Disdetta canone RAI, la domanda entro il 30 giugno 2018, ecco come fare

Esenzione Canone Rai ultra 75 enni con reddito basso: pronto modulo 2018

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.