Acqua contaminata nel Mar Jonio: sequestrate vasche di impianto nucleare

Mar Jonio contaminato da sostanze cancerogene: sequestrata impianto nucleare.

L’impianto nucleare Itrec di Rotondella in provincia di Matera, che continuava a scaricare acque contaminate nel Mar Jonio, ha visto stamani il sequestro di 3 vasche di raccolta della falda e della condotta di scarico.

A procedere al sequestro la procura della Rerpubblica di Matera, i reati ipotizzati nell’inchiesta sono inquinamento ambientale, falsità ideologica, smaltimento illecito di rifiuti e traffico illecito di rifiuti.

Ora, però potrebbe seguire lo smantellamento del sito poichè, l’impianto della Rotondella è gestito dalla Sogin che è proprietaria anche dell’impianto “Ex Magnon” nella stessa area, anch’esso interessato dal sequestro.

Le indagini sono iniziate a causa del grave inquinamento ambientale che le sostanze chimiche come il croma esavalente e la tricloroetilene, entrambi cancerogeni, al di sotto della falda acquifera del sito nucleare. Le sostanze in questione, utilizzate per il riprocessamento delle barre di uranio-torio si immettevano direttamente nel Mar Jonio senza che l’acqua contaminata venisse trattata in alcun modo. In via di urgenza, quindi, la procura ha disposto il sequestro. Lo smantellamento dell’Itrec obbligherà i responsabili dei siti – sotto la diretta vigilanza della Procura della Repubblica di Potenza – ad adottare le indispensabili misure a tutela dell’ambiente e della salute pubbliche che fino ad oggi non erano state prese”.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.