Acqua del rubinetto è veramente responsabile della formazione dei calcoli ai reni?

Ritenere responsabile l’acqua del rubinetto della formazione dei calcoli ai reni è un errore è solo un pregiudizio di vecchia data.

Ritenere responsabile l’acqua del rubinetto della formazione dei calcoli ai reni è un errore è solo un pregiudizio di vecchia data. Gli esperti dell’istituto Superiore di Sanità, smontano questa fake news secondo cui bere l’acqua del rubinetto ad elevato residuo fisso, vale a dire ricca di sali di calcio e magnesio, possa favorire la formazione di calcoli renali.

Acqua del rubinetto: vediamo cosa dicono gli studi dei ricercatori

I ricercatori affermano che si tende a consigliare acque leggere o oligominerali, per evitare la formazione di calcoli, questo però, non è giustificato scentificamente. Molte volte, la formazione di calcoli, dipende da una predisposizione individuale o familiare, in quanto ci si corrono più rischi se in famiglia ci sono altre persone che ne soffrono.

In caso di predisposizione, è molto importante bere in abbondanza e di frequente nell’arco della giornata, senza temere il carbonato di calcio presente nell’acqua del rubinetto, possa generare la formazione di calcoli. Il calcio è un elemento essenziale per la nostra salute, e la sua assunzione va ridotta solo se lo prescrive un medico.

È stato dimostrato che le acque minerali ricche di calcio sono utili nella prevenzione della calcolosi renale, mentre, una dieta povera di calcio può aumentare il rischio di sviluppare questa patologia.

La prevenzione ed evitare che si formino i calcoli, è cosa semplice, dipende dalla quantità totale di liquidi che si assumono in una giornata, la quantità dovrà consentire una corretta diluizione delle urine. In estate infatti, a causa di un’eccessiva sudorazione, o quando si fa un’intensa attività fisica, la quantità di liquidi che dobbiamo assumere dovrà essere maggiore, in quanto dovrà compensare i liquidi persi, prevenendo così la concentrazione delle urine e di conseguenza evitare che si formino i calcoli.

La diluizione è l’aumento del flusso delle urine aiuta a ridurre la formazione dei cristalli di sale, che vengono espulsi prima che le loro dimensioni aumentino e possano creare problemi al loro passaggio nelle vie urinarie.

Anche l’alimentazione è importante per la formazione di calcoli, con fattore di rischio elevato sono considerati l’eccessivo consumo di sale, e le proteine animali, quindi è meglio evitarli.

Allerta cancro, l’acqua del rubinetto è una possibile causa


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp