Acquisto casa? Ecco cosa devi sapere per non incorrere in spiacevoli sorprese

Per acquistare casa bisogna verificare tutta la documentazione ad essa inerente. Ecco quali sono

Una delle decisioni più importanti da prendere durante la nostra vita è l’acquisto di una casa.

Dobbiamo far presente che per noi italiani acquistare casa è una priorità, infatti siamo il paese Europeo con più proprietari di immobili.

Si decide di acquistare casa soprattutto quando si ha l’esigenza di mettere su famiglia o quando questa cresce con un lieto evento di una nascita, e allora si inizia a pensare ad una casa confortevole dove passare, insieme alla propria famiglia tutta la vita. La decisione di acquistare casa e la sua selezione va fatta con ponderazione e calma, anche perché soprattutto si entra in un mercato insidioso che è quello immobiliare.

Vediamo quali sono i primi passi da fare per un ottimo acquisto senza nessuna sorpresa.

Acquisto casa: il primo passo è visionare i documenti

Dopo aver fatto una buona cernita delle case, che sicuramente avete visitato prima di sceglierne una, si entra nel concreto della scelta.

Nel momento in cui si è individuata la casa dei propri sogni, bisogna chiedere e visionare tutti i documenti.

Un’immobile per essere venduto, ha bisogno che tutti i documenti che la riguardano siano regolari.

Vediamo in ordine quali sono i documenti principali che bisogna visionare:

  • Il permesso di costruire che sia in regola con le norme di costruzione;
  • I documenti catastali e controllare che la planimetria rispecchi la realtà dei fatti;
  • la perizia tecnica che consiste nella visione dei documenti della casa seguita da un sopralluogo dove si analizzano le strutture e che le norme di sicurezza siano rispettati. La perizia stabilisce anche che il prezzo richiesto sia consono;
  • e quella economica in cui un esperto valuta, in base a degli specifici criteri, che il valore della casa stabilisce il giusto prezzo.

Acquisto casa: il vantaggio del controllo dei documenti

Per l’acquirente la verifica dei documenti è un’operazione essenziale, perché solo così si può evitare di commettere errori e perdite di tempo.  Infatti, ci sono diversi motivi importanti, come:

  • evitare di dare una caparra per un immobile che non può essere venduto;
  • verificare che il prezzo sia conforme alle richieste di mercato del momento;
  • controllare la regolarità e sicurezza dell’immobile;
  • produrre una documentazione idonea per la richiesta di un mutuo;
  • calcolare i costi relativi a tasse ed imposte che gravano sull’immobile.

Cosa è  importante prima di acquistare casa

Quando si decide di acquistare casa, si ha la possibilità di rivolgersi direttamente al venditore o a un’agenzia immobiliare iscritta all’apposito albo. In quest’ultimo caso sarà l’agenzia a fare tutte le verifiche e i controlli dei documenti dell’immobile.

Comunque, bisogna sapere, che prima di acquistare l’immobile, c’è la necessita di fare dei controlli anche sul venditore, cioè verificare che non sia un soggetto protestato o fallito. Inoltre, molto importante è anche verificare che l’immobile sia stato costruito seguendo la normativa edilizia, che non siano stati effettuati lavori abusivi, e nel caso positivo che quest’ultimi siano stati condonati.

Nel caso in cui ci si rivolge ad un’agenzia intermediaria per la compravendita, conoscere preventivamente la percentuale ad essa spettante per il servizio prestato, solitamente si aggira intorno al 1,5% fino al 5%.

Un altro aspetto da verificare è l’assenza di ipoteche o vincoli di garanzia sull’immobile oppure la possibilità di cancellazione di tali vincoli.

La proposta d’acquisto casa

In seguito a tutte queste verifiche, l’acquirente propone la sua proposta di acquisto, questo è il primo passo verso per la formazione del contratto di acquisto. Con la proposta di acquisto, l’acquirente blocca il prezzo pattuito rilasciando un acconto sul prezzo. Questa procedura si esegue solitamente, quando a curare l’acquista sia un’agenzia immobiliare.

La proposta d’acquisto è vincolante solo per l’acquirente finché questa non venga accettata e firmata dal venditore, che nel frattempo può valutare altre proposte. Nel momento in cui anche il venditore accetta la proposta questa può essere modificato solo con il consenso di entrambi.

Gli elementi essenziali che una proposta di acquista debba contenere per essere valida sono:

  • la descrizione dettagliate dell’immobile oggetto della proposta di acquisto;
  • l’impegno ad acquistare con atto pubblico entro una data fissata;
  • la dichiarazione dell’acquirente che l’immobile è stato visionato;
  • il prezzo e le modalità di pagamento.

La Promessa di Vendita: Compromesso

Quando il venditore accetta la proposta di acquisto si passa alla fase successiva cioè alla stesura del compromesso. Quest’ultimo impegna entrambe le parti a stipulare entro una data fissata l’atto pubblico di compravendita.

La promessa di vendita è un contratto preliminare che anticipa il contratto definitivo. Esso ha lo scopo di impegnare le parti nella stipula dell’atto pubblico, che non è possibile realizzare al momento.

Al compromesso, l’acquirente versa una somma di denaro al venditore che rendere ancora più impegnativo il compromesso sottoscritto. La somma versata è detta “caparra confirmatoria” quando è a titolo di anticipo per l’esecuzione del contratto di compravendita, oppure è detta “caparra penitenziale” ciò significa che se l’acquirente rinuncia all’acquisto perde la caparra, se invece è il venditore a rinunciare alla vendita deve restituire il doppio della caparra all’acquirente.

Il compromesso va stilato con i seguenti dati:

  • il prezzo dell’immobile;
  • le modalità di pagamento;
  • la data fissata della stipulazione dell’atto pubblico detto anche rogito;
  • la dichiarazione dell’assenza di ipoteche e altri vincoli;
  • la descrizione dell’immobile e delle sue pertinenze;
  • Indicare l’importo versato a titolo di acconto, caparra confirmatoria o caparra penitenziale;
  • la dichiarazione di regolarità rispetto alla normativa urbanistica edilizia;
  • la dichiarazione che eventuali abusi edilizi sono stati condonati.

L’atto Pubblico di Vendita: elementi importanti

Il contratto di compravendita ha per oggetto il trasferimento della proprietà dell’immobile dietro il corrispettivo di una somma di denaro.

L’atto di compravendita si stipula davanti al notaio, è con la presenza di entrambi gli attori, il venditore e l’acquirente. Il rogito è redatto in forma pubblica ed è l’atto conclusivo della compravendita.

Il venditore, in seguito alla stipula dell’atto di vendita, ha l’obbligo di:

  • Cedere la proprietà al compratore alla conclusione dell’atto;
  • consegnare la casa al compratore;
  • La casa deve essere libera da eventuali persone che potrebbero avere diritti reali sulla stessa, allorché non siano stati dichiarati al momento della vendita;
  • Garantire che la casa sia priva da difetti che la rendano inidonea all’uso o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore.

Acquisto casa da costruire, dal 16 marzo le nuove disposizioni

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.