100 euro taglio cuneo fiscale, mensilmente o a conguaglio?

-
14/08/2020

Niente paura per chi non ha ricevuto il bonus 100 euro nella busta paga di luglio: potrebbe spettare sotto forma di detrazione fiscale, in base al reddito.

100 euro taglio cuneo fiscale, mensilmente o a conguaglio?

A partire dal mese di luglio è entrato ufficialmente in vigore il bonus 100 euro per il taglio del cuneo fiscale.  Alcuni lettori hanno scritto per chiedere come mai non hanno trovato, nella busta paga di luglio, i 100 euro spettanti per il bonus e proprio a questo proposito, evidentemente è necessario fare un pò di chiarezza.

Bonus 100 euro no in busta paga

Un lettore, temendo irregolarità nella busta paga ricevuta ad agosto e riferita al mese di luglio, scrive per chiedere:

Un lettore ha scritto per chiedere: Salve,  Sono un operaio del settore privato nella “gomma plastica”.  Ho ricevuto lo stipendio di Luglio il giorno 10 agosto ma ho notato che i 100 euro previsti del nuovo bonus non ci sono. Sapete dirmi il perché? È possibile che vengano erogati alla fine dell’anno in base al reddito come accadeva con il bonus Renzi.

Il bonus 100 euro legato al taglio del cuneo fiscale non sempre spetta mensilmente in busta paga. Cerchiamo di capire perchè. Per redditi compresi tra 8mila e 28mila euro il bonus sarà erogato, mensilmente, in busta paga con importo pari a 100 euro mensili e, quindi, 600 euro per il 2020 e 1200 per il 2021.

Per chi ha un reddito superiore a 28mila euro, invece, il bonus non viene erogato in busta paga ma spetta sotto forma di detrazione fiscale.

Molto probabilmente, quindi, lei rientra in una fascia di reddito per la quale il bonus non viene ricevuto direttamente in busta paga ma spetterà sotto forma di detrazione fiscale.


Leggi anche: Cashback 2021: come funziona il rimborso massimo e la classifica dell’App IO per il premio extra da 1500 euro

Se ha redditi superiori ai 28mila euro l’anno, in ogni caso, per sapere la detrazione fiscale spettante dovrà procedere al seguente calcolo: 600 (bonus annuale spettante) moltiplicato per 35mila a cui è necessario sottrarre il reddito lordo percepito, il tutto va diviso per 7000.

Ipotizziamo, quindi, un reddito annuo di 32mila euro, il calcolo è il seguente: 600x(35.000-32000)/7000: la detrazione spettante è di 247 euro.

Per redditi di 29mila euro, invece, la detrazione fiscale annua spettante è pari a 514 euro.

Per redditi compresi tra 35mila e 40 mila la base di calcolo è la seguente: 480x(40000- reddito annuo lordo)/5000.

In ogni caso per approfondire consiglio la lettura dell’articolo sui calcoli del bonus taglio cuneo fiscale spettante:Bonus 100 euro in busta paga da luglio: dettaglio importi spettanti