730 slitta a settembre: ecco come avere l’anticipo del rimborso

-
06/03/2020

Ecco come fare per non far slittare il pagamento del rimborso del 730 dopo settembre con la nuova scadenza.

730 slitta a settembre: ecco come avere l’anticipo del rimborso

Come avevamo già scritto, e come previsto dalla Legge di Bilancio per il 2021, la scadenza per la presentazione del 730 slitta al 30 settembre, di oltre due mesi, quindi, rispetto alla data prevista inizialmente del 23 luglio. La preoccupazione più grande per i contribuenti è rappresentata dal rimborso, sul quale molte famiglie fanno conto per affrontare determinate spese.

730 a settembre ma rimborso anticipato?

Con l’introduzione del “termine mobile” per la presentazione del 730, però si può scegliere non solo la data di presentazione del modello ma anche quella del rimborso. Vediamo di cosa si tratta e come fare.

Per i lavoratori che presenteranno il proprio 730 entro giugno, infatti, il rimborso potrà essere ottenuto già dal mese successivo. Anche se, quindi, la scadenza finale per la presentazione della dichiarazione dei redditi è fissata per il 30 settembre il contribuente può decidere di inviare la dichiarazione anche prima; in questo caso il Caf dovrà elaborare la dichiarazione entro 15 giorni e il rimborso potrebbe  arrivare anche il mese successivo. Si ricorda, in ogni caso, che per i pensionati (come al solito) le operazioni di conguaglio, e quindi di rimborso, necessitano di un mese di tempo in più.

Per chi consegna il 730 a maggio il rimborso sarà a luglio (pensionati agosto)

Per chi consegna il 730 a giugno il rimborso sarà agosto (pensionati settembre) e così via.

Nuove scadenze per chi paga

Anche le scadenze per chi, invece di essere a credito, è a debito e deve pagare cambiano :

  • Per le dichiarazioni consegnate entro il 31 maggio il pagamento deve essere effettuato entro il 15 giugno
  • Per le dichiarazioni consegnate tra il 10 e il 20 giugno  il pagamento deve essere effettuato entro il 29 giugno
  • Per le dichiarazioni consegnate tra il 21 giugno ed il 15 luglio il pagamento deve essere effettuato entro il 23 luglio
  • Per le dichiarazioni consegnate tra il 16 luglio ed il 31 agosto il pagamento deve essere effettuato entro il 15 settembre
  • Per le dichiarazioni consegnate dal 1 al 30 settembre il pagamento deve essere effettuato entro il  30 settembre.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus