Abolizione superticket sanitario: non si pagheranno più i 10 euro, ecco da quando

-
18/01/2020

Abolizione del superticket da settembre 2020: vediamo cosa prevede la legge di Bilancio.

Abolizione superticket sanitario: non si pagheranno più i 10 euro, ecco da quando

Con la Legge di Bilancio 2020 si è introdotta l’abolizione del superticket regionale che il ministro Speranza aveva definito come un balzello che produce disuguaglianze tra i cittadini. Il superticket regionale è una tassa di 10 euro che i cittadini pagano per accedere alle visite specialistiche ed agli esami di laboratorio ma solo nelle Regioni che lo hanno previsto. Non in tutte le regioni, infatti, il superticket attualmente si paga.

Superticket sanitario

Introdotto dalla spending review permise di raggiungere già nel 2013 e 2014 l’obiettivo di far entrare maggior denaro alle Regioni ma non fu mai abolito facendo restare, nalle regioni in cui è ancora applicato, il balzello di 10 euro per visite specialistiche ed esami di laboratorio.

Il Parlamento, quindi, sta cercando di approvare una norma che lo abolisca almeno per i minori di 18 anni e per i redditi più bassi poichè, non essendo applicato in tutte le regioni rappresenta una fonte di disuguaglianza sociale spingendo i cittadini, molte volte, a rivolgersi ai laboratori privati piuttosto che alla sanità pubblica visto che , almeno dove il superticket è applicato un esame delle urine costa con il servizio sanitario nazionale oltre 16 euro mentre in laboratori privati 2,70 euro.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Stesso discorso dicasi per l’emocromo completo che nel servizio pubblico viene pagato con il superticket oltre 20 euro mentre nel privato ne costa meno di 10.

Si tratta quindi di un balzello iniquo che va a pesare maggiormente sulla parte della popolazione  con redditi più bassi.

Il superticket al momento è applicato da Lombardia, Lazio, Molise, Sicilia, Abruzzo, Calabria, Liguria, Campania e Puglia mentre nelle altre regioni non si paga. Inoltre ogni regione prevede delle esenzioni apposite, ma solo per determinate categorie di cittadini. Inoltre le regioni hanno la possibilità di modularlo in base al reddito o al costa della specifica prestazione sanitaria.

Abolizione superticket

L’abolizione del Superticket, quindi, è stata prevista dalla legge di Bilancio 2020 a partire da settembre 2020, mese dal quale non sarà più necessario il pagamento dei 10 euro su ciascuna impegnativa per accedere a prestazioni diagnostiche, esami di laboratorio e visite specialistiche.