Acquisto prima casa: 3 cose a cui fare attenzione per non perdere l’agevolazione

Agevolazione acquisto prima casa, sono tre casi fondamentali in cui si rischia di perdere l’agevolazione fiscale e su cui si è espressa la Corte di Cassazione per i dovuti chiarimenti.

Prima: acquisto prima casa e nuda proprietà

Contributo acquisto prima casaSecondo la Corte di Cassazione con la sentenza n. 17148/2018, l’atto necessario affinché il contribuente eviti la decadenza dell’agevolazione prima casa di cui ha fruito in precedenza deve essere rappresentato da un titolo idoneo a consentirgli l’uso e il godimento di un’abitazione; ciò non si verifica nel caso di un acquisto di nuda proprietà. Pertanto, l’acquisto del diritto di nuda proprietà di un’abitazione entro un anno dall’alienazione della precedente prima casa (effettuata prima del decorso di un quinquennio dal suo acquisto), non evita la decadenza in conseguenza della cessione infraquinquennale.

 

Seconda: la residenza entro 18 mesi, le novità

Cambiano le regole sulle agevolazione prima casa, a deciderlo una sentenza della Corte di Cassazione, con ordinanza del 17 aprile 2018 n. 9433.

Secondo la Corte di Cassazione nel caso di acquisto di prima casa in corso di costruzione, per poter beneficiare del regime agevolato “prima casa”, il contribuente che non risiede nel Comune ove è ubicata, ha tempo 18 mesi per trasferirsi. Tale termine decorre dalla data del rogito di acquisto e non dal giorno della fine dei lavori.

Agevolazione prima casa, la residenza entro 18 mesi, tutte le novità

Terza: trasferire l’immobile prima dei 5 anni

La Cassazione, con ordinanze n. 14317/2018 e n. 14326/2018, ha affermato che il contribuente non
perde i benefici previsti per la “prima casa” se trasferisce l’immobile prima del decorso di 5 anno, qualora ne acquisti un altro dove stabilisce la sua residenza, dichiarando di voler beneficiare delle agevolazioni, e purché abbia adibito a propria abitazione anche il primo immobile. Non spettano i benefici, invece, se al rogito di acquisto di un immobile per il quale si invocano tali agevolazioni non partecipi anche il coniuge in comunione dei beni.

Agevolazioni prima casa, importanti novità sulla perdita dei benefici

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.