Andare in pensione dai 58 ai 63 anni vediamo le alternative tra quota 100, pensione anticipata e con 41 anni di contributi

-
17/08/2018

Vediamo quali sono le alternative di pensionamento con i diversi metodi a disposizione da gennaio 2019.

Andare in pensione dai 58 ai 63 anni vediamo le alternative tra quota 100, pensione anticipata e con 41 anni di contributi

In questo articolo proveremo a rispondere alle domande di nostri lettori che ci chiedono quando potranno accedere alla pensione in base alla loro casistica, spiegando quali sono i requisiti di accesso alle diverse forme pensionistiche come la pensione anticipata, la quota 100 o la pensione con 41 o 42 anni di contributi senza vincolo di età.

  1. Ho 58 anni ( nato il 03/03/1960) e quasi 31 anni di contributi tra lavoro autonomo e dipendente. Nel 2024, sempre che quota 100 parta e che rimanga in vigore sino ad allora, posso accedere alla pensione? Con invece la fornero , se non erro, dovrei uscire sono nel 2028 ? in quest’ultimo caso non  c’è possibilità di uscire prima? Mi sembra di aver letto da qualche parte che potrei uscire ugualmente a 64  anni e 4 mesi . Chiedo a voi una risposta in merito ai miei interrogativi. Grazie mille per il vostro interessamento .

  2. Mio marito ha 62 anni era un edile,ha 4 anni di disoccupazione alle spalle,nn abbiamo piu incentivi sociali inoltre ha 38 anni e mezzo di contributi :bene ha conti fatti nel 2019 compira’ 63 anni e con l’ape social e appartenendo ai gravosi poteva andare in pensione.bene se passa la quota 100 dovra’ aspettare un altro anno senza aiuti!quando potrebbe avere la pensione guadagnata con i suoi contributi.le domando:nn sarebbe meglio migliorarla in meglio ,la legge,e nn in peggio?ci sara’ una speranza per mio marito di andare in pensione ?grazie per una sua risposta.

  3. 61 età  31 contributi quando in pensione

  4. Con 33 ANNI  DI SERVIZIO E 63 ANNI, COSA  POSSO FARE?

  5. Con 39 anni di contributi  e 65 anni  quando  posso andare in  pensione?

 

Innanzitutto vediamo di riassumere quelli che sono i requisiti richiesti per i pensionamenti con pensione anticipata tradizionale, quota 100 e pensione con 41 o 42 anni di contributi senza vincoli di età.

Pensione anticipata tradizionale: nel 2018 i requisiti richiesti sono di 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne; nel 2019 i requisiti aumenteranno di 5 mesi e saranno richiesti 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne.

Quota 100: è un’ipotesi allo studio del governo che dovrebbe entrare in vigore nei primi mesi del 2019; per l’accesso dovrebbero essere richiesti 64 anni di età e 36 anni di contributi. Il governo dovrebbe prevedere delle penalizzazioni per scoraggiare il pensionamento di tutti gli aventi diritto a tale pensionamento.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Pensione con 41 o 42 anni di contributi: saranno richiesti, ancora non è stato stabilito, 41 o 42 anni di contributi e potranno accedere tutti a questa forma di pensionamento indipendentemente dall’età; ancora non è stato chiarito se saranno applicate penalizzazioni a questa forma di pensionamento.

Quando andrò in pensione? Rispondiamo ai nostri lettori

  1. Se la quota 100 dovesse entrare in vigore il prossima anno e dovesse essere stabilizzata e ancora in vigore nel 2024, ovvero tra 6 anni, lei avrebbe 64 anni e 37 anni di contributi, quindi i requisiti per rientrarvi. Altrimenti dovrebbe attendere la pensione di vecchiaia prevista dalla Legge Fornero. Alla pensione a 64 anni possono accedere nel 2019 soltanto coloro che sono privi di contribuzione prima del 1996, ma avendo lei 31 anni di contributi non vi rientra.
  2. Purtroppo l’Ape sociale il 31 dicembre 2018 andrà in scadenza e non si potrà più accedere a questa forma pensionistica e per accedere alla quota 100, come lei stessa fa notare, suo marito dovrà attendere di compiere i 64 anni. Non sta a noi dire quello che è giusto o sbagliato quello che il governo sta facendo, ma posso segnalarle che l’Ape volontario, con 63 anni di età e 20 anni di contributi resterà in vigore fino al 31 dicembre 2019.Pensione
  3. Per lei non vedo grosse possibilità di un pensionamento a breve: con la quota 100 seppur tra 3 anni compirà i 64 anni di età dovrà attendere i 36 anni di contributi per i quali le mancano 5 anni (e non sappiamo se tra 5 anni la quota 100 sarà ancora in vigore). Unica alternativa la pensione di vecchiaia dopo i 67 anni.
  4. Immediatamente potrebbe accedere all’Ape volontario, in vigore fino al 31 dicembre 2019. In alternativa potrebbe attendere di maturare i 36 anni di contributi per accedere alla quota 100 (se fra 3 anni sarà ancora in vigore) o attendere, ancora,  di compiere gli anni necessari per la pensione di vecchiaia (oltre 67 anni nel suo caso).
  5. Nel suo caso le possibilità sono diverse: l’Ape volontario può essere scelto fin da subito. A inizio 2019 potrebbe optare, se le conviene, per la quota 100 oppure attendere 2 anni e accedere alla pensione di vecchiaia con 67 anni di età.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]