Andare in pensione per chi è nato nel 1952, 1953, 1954, 1955 e 1956 con le novità 2019

Una tabella riassuntiva sui requisiti di accesso alla pensione per i nati nel 1952, 1953, 1954, 1955, 1956.

Nel 2019 l’età pensionabile subirà un rialzo per adeguarsi all’adeguamento della speranza di vita Istat portando l’età della pensione di vecchiaia a 67 anni e i requisiti della pensione anticipata a 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi per le donne.

A risentire maggiormente dell’aumento dell’età pensionabile, ovviamente, saranno coloro che sono alle porte della pensione, ovvero i nati tra il 1953 e il 1956 che invece di poter accedere alla pensione con gli stessi requisiti di chi è nato un anno prima di loro, dovranno lavorare, invece 5 mesi in più e in alcuni casi anche 8 o 11 mesi in più, in base all’anno di nascita.

Andare in pensione per i nati nel 1952

I nati del 1952, infatti centrerebbero il requisito dei 66 anni e 7 mesi proprio nel 2018 in base al mese di nascita: i nati fino a maggio, infatti rientrano nel requisito nel 2018, quelli che sono nati da giugno in poi saranno costretti, centrando il requisito dopo il primo gennaio 2019, a lavorare 5 mesi in più a causa di pochi mesi di differenza nella nascita. Una beffa che differenzia i nati tra un mese e l’altro con 5 mesi in più di lavoro:

Andare in pensione per chi è nato nel 1952: la beffa di chi è nato dopo maggio

Andare in pensione per i nati nel 1953

I nati del 1953 centrerebbe il requisito dei 66 anni e 7 mesi nel 2019 e, quindi, proprio a causa dell’aumento legato all’adeguamento alla speranza di vita Istat saranno costretti ad attendere i 67 anni per accedere alla pensione di vecchiaia. Nel seguente articolo spieghiamo anche quali altre alternative ci sono:

Quando andrò in pensione: sono nato nel 1953

Andare in pensione per i nati nel 1954

I nati del 1954 subiranno un ulteriore aumento dell’età pensionabile di 3 mesi previsto nel biennio 2021/2022. I nati di quest’anno, infatti, raggiungeranno i 67 anni di età proprio nel 2021 e saranno vittime di questo ulteriore sbalzo dell’età pensionabile. In questo articolo offriamo le alternative alla pensione di vecchiaia:

Andare in pensione per i nati nel 1954: un’altra brutta sorpresa per chi è nato quest’anno

pensione-anticipata-disabiliAndare in pensione per i nati nel 1955

I nati nel 1955, come i nati nel 1952, si troveranno a cavallo tra due anni con requisiti diversi: nel biennio 2023/2024, infatti, ci sarà un nuovo aumento dell’età pensionabile di 3 mesi (a meno che qualche legge non intervenga a cambiare questa regola) e i nati nell’ultimo trimestre del 1955 centreranno l’obiettivo del requisito richiesto di 67 anni e 3 mesi nel 2023, dovendo, quindi, lavorare 3 mesi in più e raggiungere 67 anni anni e 6 mesi. Il tutto è spiegato nel seguente articolo:

Andare in pensione per i nati del 1955 con le novità 2019: amara sorpresa per chi è di ottobre, novembre e dicembre

Andare in pensione per i nati nel 1956

Nel seguente articolo spieghiamo mese per mese quando i nati del 1956, per i quali sono richiesti 67 anni e 6 mesi di età per accedere alla pensione di vecchiaia, potranno accedere alla pensione e quali alternative ci sono alla prestazione di vecchiaia:

Andare in pensione dal 2019 per i nati nel 1956: quando spetta quella di vecchiaia e che alternative ci sono

 

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.