Annullare la Rottamazione e pagare in 72 rate, è possibile solo in alcuni casi

-
30/11/2019

È possibile annullare la rottamazione cartelle esattoriali e spalmare il debito accumulato in 72 rate? Analizziamo cosa prevede la normativa.

Annullare la Rottamazione e pagare in 72 rate, è possibile solo in alcuni casi

Un lettore ci pone al seguente domanda in merito alla Rottamazione cartelle esattoriali: Buongiorno, essendo in gravi difficoltà economiche da molto tempo, la mia casa è stata alla fine venduta all’asta dal Tribunale. Su di essa gravano oltre le ipoteche per i mutui bancari anche ipoteche messe da Equitalia per i miei debiti fiscali. Avevo aderito alla pace fiscale, ma non ho potuto affrontare le rate. Ora che il Tribunale provvederà alla ripartizione del valore acquisito all’asta (putrì o molto inferiore si miei debiti) verranno pagate anche le cartelle che avevano originato le ipoteche? Potrò annullare la rottamazione e provare a pagare il restante con le 72 rate? Grazie per la risposta, cordiali saluti.

Rateizzazione cartelle esattoriali in 72 rate (6 anni)

Come più volte specificato la normativa non prevede vie di scampo per chi aderisce alla rottamazione cartelle esattoriali e poi non effettua i pagamenti alla scadenza delle rate.

Quando si verificano queste situazioni si perde il diritto alle agevolazioni e si decade dalla rottamazione dei ruoli. La normativa specifica che non è possibile aderire a nessun piano di rateazione, fatta eccezione per coloro che avevano un piano già in corso alla presentazione dell’istanza di adesione alla definizione agevolata. Solo in questo caso è possibile riprendere il meccanismo scaglionato del debito fino ad un massimo di 72 rate (6 anni) per un debito fino a 60.000 euro.

Per approfondimenti: Cartelle esattoriali: rateizzazione fino a 72 rate (6 mesi)