Anticipo cassa integrazione COVID-19 di 1400 euro: ecco come presentare domanda

-
07/04/2020

Anticipo cassa integrazione: ecco come si presenta la domanda per avere i 1400 euro subito e cosa comporta l’anticipo per i lavoratori.

Anticipo cassa integrazione COVID-19 di 1400 euro: ecco come presentare domanda

L’accordo tra Governo, Inps e ABI per l’erogazione dell’anticipo della cassa integrazione prevista dal Decreto Cura Italia è stato sottoscritto. E’ possibile, quindi, presentare domanda alla banca per ricevere l’anticipo della cassa integrazione rispetto al momento in cui la pagherebbe l’INPS (potrebbero volerci dei mesi).

I soldi, per chi li richiede con l’anticipo, potrebbero arrivare già il 15 aprile (all’Inps potrebbero essere necessari 2 o 3 mesi per liquidare l’indennità).

Come avviene l’erogazione? Partiamo dal presupposto che al lavoratore sospeso dal lavoro a causa del Coronavirus non saranno applicati interessi nè altre spese (l’anticipo, quindi, è totalmente gratuito). L’erogazione da parte della banche avviene con l’apertura di un conto corrente dedicato sul quale saranno accreditati 1400 euro quale importo forfettario di anticipo. Tale importo dovrà essere, poi, rimodulato in base alla durata della cassa integrazione (il decreto cura Italia l’ha prevista per 9 settimane ma i datori di lavoro potrebbero aver previsto meno settimane di chiusura) e riproporzionato anche in caso di sospensione a meno di zero ore.

Le somme anticipate dalle banche saranno, poi, restituite direttamente dall’INPS. Se l’importo spettante fosse superiore ai 1400 euro anticipati, la banca una volta incassate le somme dall’INPS, integrerà al beneficiario la differenza entro massimo 7 mesi.

Come richiedere l’anticipo della Cassa Integrazione?

I lavoratori interessati dovranno contattare la propria banca per telefono e, poi, presentare apposita domanda ad una delle banche aderenti alla convenzione. Dovrà essere compilata la modulistica prevista dalla convenzione e allegati della seguente documentazione:

• documento di identità e codice fiscale

• dichiarazione dell’azienda di aver avvito procedura di domanda cassa integrazione

• lettera di autorizzazione all’INPS di effettuare l’accredito sul conto corrente cui è stata concesso l’anticipo

• copia dell’ultima busta paga

Alleghiamo i  moduli per la richiesto previsto dalla convenzione firmata da Governo, Abi e INPS che andrà compilato in base a quale tipo di cassa integrazione è stata richiesta dall’azienda:


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

Cassa integrazione in deroga

Cassa integrazione ordinaria

Cassa integrazione straordinaria