Anticipo cassa integrazione: fin da subito con Poste Italiane, ecco come

-
25/04/2020

Anticipo cassa integrazione subito: la richiesta può essere presentata anche presso un ufficio postale, ecco come e per chi.

Anticipo cassa integrazione: fin da subito con Poste Italiane, ecco come

Sarà possibile chiedere l’anticipo della cassa integrazione presso qualsiasi sportello di Poste Italiane per i titolari di Conto Banco Posta o PostePay Evolution. Già era stato firmato un accordo tra ABI, INPS e governo per mettere a disposizione dei lavoratori le somme spettanti della cassa integrazione COVID-19 per fare in modo che i lavoratori potessero avere liquidità fin da subito senza attendere i tempi dell’INPS.

L’Istituto, infatti, sta procedendo in questi giorni a liquidare i trattamenti spettanti riguardanti le mensilità di febbraio e marzo. Per chi, però avesse bisogno subito anche delle somme spettanti del mese di aprile è possibile chiedere un anticipo a tasso zero (e senza spese ulteriori) presso le banche convenzionate e presso Poste Italiane.

Come funziona l’anticipo cassa integrazione?

Si tratta di un prestito (come abbiamo anticipato a interesse zero) che permette l’accredito delle somme spettanti su conto corrente, che si estingue, poi, senza alcuna spesa per il richiedente, nel momento che l’INPS eroga le somme di cassa integrazione.

L’anticipazione messa a disposizione è di 1400 euro per i mesi di marzo ed aprile (parametrata su 9 settimane di cassa integrazione). Resta inteso che se il lavoratore percepirà dall’INPS somme più alte la differenza sarà a disposizione del lavoratore non appena l’INPS erogherà le somme.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Anticipo cassa integrazione Poste Italiane

In un comunicato Poste Italiane rende noto che anticiperà a tutti i lavoratori che ne faranno richiesta il trattamento di cassa integrazione. Il servizio è messo a disposizione dei clienti titolari di conto BacnoPosta o di PostePay Evolution con accredito diretto dello stipendio.

In questo modo anche Poste Italiane fa qualcosa di concreto per il lavoratori che non hanno più reddito a causa dell’emergenza coronavirus permettendo loro di entrare in possesso delle somme spettanti fin da subito, senza attendere i tempi dell’INPS che potrebbero essere anche abbastanza lunghi (per la cassa integrazione di aprile, infatti, dovrebbe essere necessario attendere la fine del mese di maggio).

Come funziona l’anticipo di Poste Italiane? Le somme messe a disposizione dall’INPS saranno erogate anticipatamente da Poste Italiane (grazie ad una partnership con BNL Finance, società di finanziamento) .

Per presentare la richiesta di anticipo non è neanche necessario recarsi allo sportello visto he i moduli per compilare la domanda sono messi a disposizione sul sito di Poste Italiane.