Anticipo TFS e riflesso sulla pensione: banche aderenti, interessi e domanda, le novità

-
25/07/2019

Anticipo TFS e riflesso sulla pensione: banche aderenti, interessi applicati e come inoltrare domanda, tutte le ultime novità.

Anticipo TFS e riflesso sulla pensione: banche aderenti, interessi e domanda, le novità

L’anticipo TFS è stato inserito nel decreto-legge n. 4/2019, già doveva essere operativo ma ha avuto un blocco. Il decreto ormai pronto, si attende solo l’accordo con le banche. L’anticipo del TFS avviene attraverso un finanziamento erogato dalle banche aderenti all’accordo tra Abi e Ministero dell’Economia e Finanze e il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. I tempi attuali dell’erogazione del TFS per i dipendenti pubblici sono molto lunghi dai 12 ai 24 mesi, e nei casi di pensione anticipata i tempi si allungano maggiormente. Abbiamo trattato l’argomento in quest’articolo: Andare in pensione anticipata con il cumulo contributivo blocca il TFR o TFS

Molti i lettori che ci chiedono come aderire all’anticipo e quanto costa, analizziamo le domande poste specificando nei vari punti la misura dell’anticipo del TFS per i dipendenti del settore pubblico che si accingono ad andare in pensione o che sono già in pensione.

Anticipo TFS: possono fare domanda anche i pensionati?

Sono un l’insegnante in pensione da un anno. Pensione maturata con più dì 42anni di servizio e 66 anni di età. Cosa devo fare per accendere all’anticipo del TFS? Ne avrei diritto? Ringraziando anticipatamente, porgo distinti saluti. 

Potranno richiedere l’anticipo del TFS fino ad un tetto di 45.000 euro, anche i pensionati del settore pubblico che non hanno ancora percepito il trattamento di fine servizio. Quindi, lei può fare domanda se si trova in questa condizione. In riferimento a come fare domanda, al momento non è possibile, si attendono le disposizioni attuative in quanto manca ancora l’accordo con le banche.


Leggi anche: Whatsapp: ecco come nascondere l’immagine del proprio profilo a uno o più contatti

TFS dipendenti pubblici: anticipo anche per chi è già in pensione? Pronto il Decreto

Quanto mi costerà l’anticipo?

Se aderisco all’anticipo TFS, essendo in pensione da maggio corrente anno e chiedo 40000 euro quanto mi costa? Quanto percepisco subito? Grazie attendo notizie

L’anticipo TFS con un tetto di 45.000 euro, prevede un tasso d’interesse annuo a carico del soggetto finanziario comprensivo di eventuali oneri. Inoltre, la normativa prevede che il finanziamento sarà esente da imposta di bollo e dall’imposta di registro, inoltre, sarà esente da qualsiasi imposta diretta, diritto o tributo.

L’anticipo non è a costo zero. Si tratta di un finanziamento con le banche e il beneficiario dovrà pagare gli interessi agevolati alla banca. Il tasso di interesse agevolato è fissato in base all’ultimo Rendistato mensile pubblicato dalla Banca Italia, gravato dallo 0,30 per cento. L’ultimo Rendistato si riferisce a giugno 2019 con una percentuale del 1,672 per cento, a questa percentuale va aggiunto l’0,30 per cento e si può arrivare ad un tasso non superiore all’1,97 per cento. Questa ipotesi è per giugno, ma le percentuali di interesse agevolato cambiato ogni mese. Probabilmente nei prossimi mesi si avrà un calo del tasso di interesse del Rendistato e se la misura diventa accessibile, potrebbe portare un vantaggio maggiore per chi decide di aderire all’anticipo del TFS.

Come saranno pagati gli interessi?

Buongiorno, una informazione sull’anticipo del TFR tramite il finanziamento della banca. Una volta ottenuto il finanziamento è il lavoratore che dovrà restituire mensilmente l’importo ricevuto oppure provvede direttamente l’INPS? Gli interessi sono a carico del lavoratore? Grazie. Distinti saluti

Il pagamento degli interessi e del rimborso del finanziamento, sarà trattenuto direttamente dall’importo al momento dell’erogazione del trattamento di fine rapporto.