Anticipo TFS: uniti contro le istituzioni, il gruppo

-
31/01/2020

L’anticipo TFS o TFR per i dipendenti statali ha ricevuto un nuovo blocco, un nostro lettore invita tutti a riunirsi per affrontare insieme il problema.

Anticipo TFS: uniti contro le istituzioni, il gruppo

L’anticipo del TFR (trattamento di fine rapporto) o TFS (trattamento di fine servizio) per i dipendenti statali, subisce un ulteriore freno. Il Consiglio di Stato, con il parere interlocutorio n. 151/2020 recita quanto segue: “la Sezione sospende l’espressione del parere in attesa degli adempimenti in motivazione”. Questo significa che il giudizio è stato sospeso e quindi, anche il Dpcm che dovrebbe regolare il finanziamento per l’erogazione di un anticipo del TFR o TFS ai dipendenti pubblici.

La nostra redazione ha seguito i lettori e pubblicato le loro proteste contro un diritto violato, noi continueremo a darvi voce pubblicando tutte le vostre proteste e iniziative. Un nostro lettore ci ha scritto un messaggio che vi riportiamo integralmente.

Anticipo TFS: l’appello di un lettore

Questo messaggio e dedicato a tutti quelli che non si rassegnano a essere derubati dallo Stato. Stiamo parlando del TFS dei dipendenti pubblici, abbiamo capito che siamo ignorati dalle istituzioni, governo, sindacati, politici in genere, io ho provato in tutte le maniere ad avere un contatto per mettere in evidenza la nostra situazione, ma niente sono anche intervenuto al programma di rai uno sportello Italia, ho mandato mail alla ministra della P.A., puntualmente ignorate. Allora faccio questo tentativo: tutte le persone che come me sono state ingannate sul anticipo del TFS con quota cento ma anche quelli che avevano intenzione di chiedere l’anticipo uscendo con la Fornero, se vogliono contattarmi per formare un gruppo ed eventualmente prendere delle iniziative comuni la mia mail è [email protected]


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: Isee, requisiti, scadenza e agevolazioni fiscali

Grazie a tutti e grazie a notizieora.it per la collaborazione.