Antitrust, maximulta da 678 milioni a case d’auto e finanziarie: cartello dell’auto a rate

L’Autority ha irrogato la sanzione più alta, di tutta, la sua storia, 678 milioni. Assofin fa ricorso al Tar

Spesso ci siamo fatte la domanda di come mai le auto, secondo la stessa categoria, costassero tutte uguali. Scoperto l’arcano dall’Antitrust, che ieri ha multato per 678 milioni di euro otto case automobilistiche e le loro banche operanti in Italia, in testa Fca Bank, Volkswagen e Renault. Queste hanno formato un “cartello” sui finanziamenti per l’acquisto di vetture. Hanno stipulato un accordo per ben 14 anni, dal 2003 al 2017, scambiandosi dati sensibili su quantità e prezzi attuali e futuri.

Antitrust maximulta da 678 milioni: l’istruttoria

L’istruttoria è stata avviata in seguito della presentazione di una domanda di clemenza del gruppo Mercedes per evitare, una sanzione di oltre 60 milioni. È emerso, quindi questo accordo, complesso e continuativo, con lo scambio di informazioni sensibili. Lo scopo di tale accordo era di “alterare le dinamiche concorrenziali nel mercato della vendita di automobili dei gruppi di appartenenza, attraverso finanziamenti erogati dalle rispettive captive banks”.

Antitrust maximulta da 678 milioni: le società coinvolte

Le otto case automobilistiche e le loro banche coinvolte sono: Ford motor company, General motor Financial Italia spa, Santander consumer bank spa, Bmw bank gmbh, Bmw ag, Daimler ag, Fca bank spa, Fca Italy spa, Ca consumer finance sa, Fce bank plc, General motors company, Rci banque sa, Renault sa, Toyota financial services plc, Toyota motor corporation, Banca psa Italia spa, Banque psa finance sa, Volkswagen bank gmbh, Volkswagen ag, Merceds benz financial services Italia spa.

Antitrust maximulta da 678 milioni: Assofin ricorso al Tar

L’Antitrust ha dichiarato di aver accertato un cartello tra società operanti nel settore automobilistico, le cosiddette ‘captive banks’.  Inoltre, ritiene che sono coinvolte anche associazioni, come Assofin.  L’associazione in una nota annuncia ricorso al Tar «certa che la totale estraneità di Assofin rispetto alle accuse che le sono state rivolte sarà riconosciuta dalla giustizia amministrativa».

Antitrust maximulta da 678 milioni: Codacons favorevole

La Codacons ritiene giusta la sanzione di 678 milioni di euro irrogata da parte dell’Antitrust, che ha riconosciuto un accordo anti-concorrenza nel settore dei finanziamenti per l’acquisto di automobili. In quanto, tale accordo ha tenuto alti i costi dei finanziamenti concessi agli automobilisti che acquistavano una automobile a rate, non dando così la possibilità di godere di tariffe agevolate in caso di concorrenze tra operatori.

Inoltre, la Codacons chiede anche la restituzione dei soldi agli utenti che hanno acquistato un veicolo a rate tramite le società sanzionate.

Bollette telefoniche a 28 giorni: Agcom ordina ai gestori di restituire i giorni erosi ai consumatori

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.