Ape sociale o quota 100? Quale conviene?

-
11/03/2019

Tra quota 100 e Ape sociale quale conviene maggiormente a chi può accedere ad entrambe? Vediamo cosa offrono le 2 misure.

Ape sociale o quota 100? Quale conviene?

Molto spesso non è facile scegliere tra diverse forme si pensionamento quando, avendo accesso ad entrambe non si sa cosa offre una e cosa offre l’altra. E’ il caso di un nostro lettore che, potendo accedere sia all’Ape sociale che alla quota 100 si chiede quale delle due sia meglio scegliere.
Il nostro lettore, infatti ci scrive: “Quota 100. Buon giorno, io ho 65 anni e 38 di contributi ma nessuno riesce a dirmi se, prendendo in questo momento l’Ape Social , posso farne richiesta. Grazie”

Quota 100 o ape sociale?

Innanzitutto pur avendo i requisiti anagrafici per accedere all’Ape sociale è necessario che appartenga ad una delle categorie tutelate che sono: disoccupati, caregiver, invalidi, gravosi e usuranti. Se appartiene a una di queste categorie con la sua età e i suoi contributi lei può far richiesta sia di Ape sociale che di quota 100.

Ma a mio avviso non c’è paragone. L’ape sociale viene erogata, fino al compimento dei 67 anni solo per 12 mensilità e  per un importo pari all’importo della rata mensile di pensione calcolata al momento dell’accesso alla prestazione (se inferiore a 1.500 euro) o pari a 1.500 euro (se la pensione è pari o maggiore di detto importo).

La quota 100, invece, le permetterebbe di fruire della sua pensione spettante, indipendentemente dal suo importo, per 13 mensilità fin da subito.

Al suo posto, se dovessi scegliere opterei sicuramente per la quota 100.