Assegni familiari: può percepirli un figlio con genitore disoccupato a carico?

-
13/10/2019

Può essere richiesto l’assegno al nucleo familiare per un padre disoccupato a carico del proprio figlio? Vediamo cosa suggerisce la normativa.

Assegni familiari: può percepirli un figlio con genitore disoccupato a carico?

Sappiamo bene che per chi ha figli minori è possibile richiedere all’INPS gli assegni al nucleo familiare fino al compimento della maggiore età Ma cosa accade per chi ha a carico i genitori disoccupati? E’ possibile richiede l’assegno al nucleo familiare anche per loro oppure esistono altre agevolazioni? Cerchiamo di fare chiarezza.

ANF per genitori disoccupati

Un nostro lettore ci chiede:

Un figlio può percepire gli assegni di un genitore disoccupato

Come anticipato sopra, gli assegni al nucleo familiare vengono corrisposti dall’INPS per ogni figlio fino al compimento dei 18 anni di età. In ogni caso gli assegno al nucleo familiare possono essere richiesti anche per:

  • figli ed equiparati maggiorenni con inabilità assoluta e permanente a proficuo lavoro purché non coniugati, previa autorizzazione;
  • figli ed equiparati, studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni e inferiore ai 21 anni, purché facenti parte di “nuclei numerosi”, cioè nuclei familiari con almeno quattro figli tutti di età inferiore ai 26 anni, previa autorizzazione;
  • fratelli, sorelle del richiedente e nipoti (collaterali o in linea retta non a carico dell’ascendente), minori o maggiorenni, inabili a proficuo lavoro solo se sono orfani di entrambi i genitori, non hanno conseguito il diritto alla pensione ai superstiti e non sono coniugati, previa autorizzazione;
  • nipoti in linea retta di età inferiore a 18 anni e viventi a carico dell’ascendente, previa autorizzazione.

Come vede, fatta eccezione per i figli maggiorenni inabili o studenti appartenenti ai nuclei familiari numerosi, gli ANF vengono corrisposti soltanto per soggetti minorenni.

In ogni caso, se suo padre è convivente con lei, può ottenere, ed ha un reddito complessivo pari o inferiore a 2.840,51 euro può essere considerato a suo carico e può ottenere, di conseguenza, le detrazioni fiscali derivanti dal familiare a carico.