Assegno unico familiare da 300 euro, sostituisce tutti i bonus famiglia? Le novità

Unico assegno familiare per un importo mensile di 300 euro, ecco cosa sostituisce

Nasce un nuovo assegno unico familiare che include tutte le agevolazioni previste per le famiglie in difficoltà. L’importo erogato al massimo sarà di 300 euro al mese. Il ministro per le politiche per la Famiglia e la Disabilità, Lorenza Fontana, sta per depositare in Parlamento la proposta di legge governativa per riformare le misure previste per i nuclei familiari.

Si vuole istituire un unico assegno familiare per dare ordine a tutte le agevolazioni in vigore per le famiglie, in modo che i 23 miliardi di euro destinati ai vari incentivi vengono sfruttati nel miglior modo possibile. L’importo dell’assegno unico familiare dovrebbe essere all’incirca 200 o 300 euro mensili destinati ai nuclei familiari con figli minori e con ISEE inferiore a 50 mila euro.

L’assegno si dovrà percepire dal 7 mese di gravidanza fino alla maggiore età dei figli.

Assegno unico familiare: conveniente, rispetto alle agevolazioni attualmente in vigore?

Una valutazione in termini di convenienza è difficile da effettuare, in quanto ogni agevolazione ha dei parametri diversi da rispettare, dal numero dei componenti della famiglia, dal reddito dichiarato e dal patrimonio posseduto.

Invece, l’assegno unico sarà attribuito in base al numero dei figli minori del nucleo e sarà un beneficio strutturale, cioè che non dovrà essere confermato di anno in anno.

Bonus Famiglia in vigore nel 2019: ecco quali sono

I bonus per le famiglie in vigore a tutt’oggi sono numerosi. Ne elenchiamo qualcuno:

  • Il bonus bebè: l’importo è di 80 euro al mese fino a 160 euro per un ISEE che varia tra i 25 mila euro ai 7 mila euro. In caso in cui si ha il secondo figlio si ha un aumento del 20%;
  • Il bonus mamma domani: l’importo è di 800 euro, non tassati, corrisposto alle future madri, a partire dal compimento del 7°mese di gravidanza;
  • bonus nido: lo percepisco famiglie con figli con età inferiore ai 3 anni come aiuto per pagare la retta del nido o come supporto domiciliare per bambini con gravi patologie, in questo caso il contributo sale a 1.500 euro anni;
  • detrazioni fiscali per figli a carico e il bonus famiglie numerose: sono agevolazioni che diminuiscono direttamente l’importo dell’Irpef da pagare.

Assegni familiari: circolare INPS marzo 2019 per la nuova modalità di inoltro domanda. Ecco tutte le novità

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.