Assicurazione INAIL casalinghe 2019: nuovi importi e nuove tutele

-
25/01/2019

La legge di bilancio rinnova l’assicurazione INAIL per casalinghe. Le novità

Assicurazione INAIL casalinghe 2019: nuovi importi e nuove tutele

Nuovi importi per l’assicurazione Inail contro gli infortuni domestici e anche  le novità sulle rendite e sanzioni. I soggetti obbligati a sottoscrivere tale assicurazione sono le casalinghe.

Assicurazione INAIL contro gli infortuni domestici: nuovi importi nel 2019

La Legge di Bilancio 2019 ha previsto un aumento del premio dell’assicurazione contro gli infortuni domestici. Infatti il premio a giugno 2019 passerà da 12,91 euro a 24,00 euro, quindi raddoppia.

Dobbiamo dire che molti non conoscono ancora l’esistenza dell’obbligo di sottoscrivere la polizza antinfortuni domestici Inail, infatti soli 1 milione di persone su 9 milioni nel 2018 hanno sottoscritto tale assicurazione. Oltre alla non conoscenza, incide sull’evasione del pagamento anche il fatto che la sanzione per chi non adempie all’obbligo è inferiore al costo e non vengono mai applicate.

Con questo articolo cercheremo di informare su tutto ciò che c’è da sapere sull’assicurazione INAIL, e parleremo anche delle novità apportate dalla legge di Bilancio.

Assicurazione Inail contro infortuni domestici: chi è obbligato

L’assicurazione INAIL, detta anche assicurazione casalinga, è contro gli infortuni domestici. Essa è stata introdotta con la legge 493/1999, in cui viene stabilito quali soggetti sono obbligati a sottoscrivere la polizza sono:

  • Chi ha un’età compresa tra i 18 e i 65 anni;
  • svolgono un lavoro per la cura dei componenti della famiglia e della casa;
  • non sono legati da alcun vincolo di subordinazione;
  • presta lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo.

Tali requisiti descrivono in tutto e per tutto il profilo della casalinga, cioè chi non ha un lavoro si dedica esclusivamente alla cura della famiglia e della casa. Infatti, le casalinghe sono tra i soggetti obbligati ad assicurarsi contro gli infortuni domestici, ma non sono i soli soggetti.

Un altro soggetto che ha l’obbligo di sottoscrivere l’assicurazione INAIL è lo studente fuori sede, cioè quelli che frequentano l’università in una località diversa dalla città di residenza e quindi si occupano della casa in cui vivono.

Anche i ragazzi e le ragazze che giunti a 18 anni e hanno finito gli studi e quindi sono in cerca di prima occupazione, sono obbligati a pagare la polizza INAIL perché si occupano principalmente della cura della casa e dei componenti della famiglia.

Un’altra categoria che ha l’obbligo di sottoscrivere l’assicurazione INAIL sono i pensionati che hanno compiuto 65 anni, ma anche i lavoratori in mobilità, i cittadini stranieri non occupati che soggiornano in Italia regolarmente e anche gli impiegati in CIG.

Sono soggetti all’obbligo anche chi lavora stagionalmente o abbia un contratto a tempo determinato: questi soggetti devono pagare una quota che copre il premio assicurativo per mesi dell’anno che risulta inoccupato.

Assicurazione Inail contro infortuni domestici: soggetti esenti

Invece per i soggetti che appartengono alle categorie sopracitata che devono pagare l’assicurazione INAIL, ne sono esente se il proprio reddito lordo sia inferiore a 4.468,11 euro, se appartiene a un nucleo familiare il reddito complessivo lordo deve essere inferiore a 9.926,22 euro l’anno.

Una delle novità che ha introdotto la legge di bilancio 2019 è l’innalzamento del limite di età per l’esonero assicurativo di due anni. Quindi tra 6 mesi che entrerà in vigore questa novità i soggetti obbligati saranno compresi tra i 18 e i 67 anni.

Importo del premio assicurativo

Un’altra novità apportata sempre dalla Legge di Bilancio 2019 riguarda l’importo del premio assicurativo, che è stato raddoppiato.

L’importo da 12,91 euro è passato a 24,00 euro e anche questa novità entrerà in vigore tra 6 mesi.

L’aumento dell’importo del premio assicurativo implica di conseguenza l’incremento anche dell’importo massimo della sanzione applicata nei confronti di quei soggetti che anche se obbligati evitano di sottoscrivere la polizza assicurativa INAIL.

Sanzioni per chi non si assicura

La sanzione per chi non adempia all’obbligo di sottoscrizione della polizza è di importo proporzionale al periodo di trasgressione. Ma non può superare, come si legge sul sito dell’INAIL, il valore dell’premio. Quindi chi entro giugno ha i requisiti ma non ha pagato il premio è soggetto a una sanzione massima di 12,91 euro, mentre dopo giugno 2019 la sanzione massima sarà di 24,00 euro.

Rendite per gli infortuni domestici

Le novità riguardano anche le rendite che l’INAIL riconosce agli assicurati in caso di infortunio domestico. La Legge di Bilancio 2019 ha abbassato la percentuale di inabilità per avere diritto alla rendita, passata dal 27% al 16%.

Per gli infortuni più gravi, che superano la percentuale del 16% si ha diritto all’assistenza personale continuativa; per gli infortuni meno gravi, ossia per le inabilità permanenti valutate tra il 6% e il 15% si avrà diritto ad un rimborso una tantum di 300€.

Bisogna mettere in evidenza che oggetto della polizza assicurativa sono esclusivamente gli infortuni avvenuti in occasione e a causa del lavoro prestato in ambito domestico svolto nell’abitazione dove dimora la famiglia dell’assicurato.

Come assicurarsi contro gli infortuni domestici


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

La polizza va pagata entro il 31 gennaio 2019 per mettersi in regola con l’obbligo assicurativo.

Il pagamento del premio va effettuato tramite bollettino postale che può essere effettuato online tramite l’apposito servizio PagoPa oppure alla Posta utilizzando il bollettino prestampato online.

Scarica qui ilbollettino_assicurazione_infortuni_domestici-2018