Aumento busta paga di 63 euro da corrispondere in 2 tranche: ecco per quale categoria

-
26/06/2020

Aumenti in busta paga di 63 euro suddiviso in due tranche: ecco le categorie interessate e le date di accredito con novità anche per malattia e indennità turni di lavoro.

Aumento busta paga di 63 euro da corrispondere in 2 tranche: ecco per quale categoria

Aumento busta paga 63 euro per i minimi tabellari da corrispondere in due tranche. L’aumento riguarda il rinnovo del contratto collettivo nazione di lavoro delle aziende industriali che trasformano e producono articoli in vetro, display e lampade. Il rinnovo decorre dal 1° gennaio 2020 e scade il 31 dicembre 2022. 

Aumento busta paga: 63 euro dal 2021 al 2022

La retribuzione, secondo l’accordo prevede un aumento dei minimi tabellari pari a 63 euro per il livello D1 da corrispondere in due tranche cosi determinate:

dal 1° gennaio 2021 euro 30,00;

dal 1° gennaio 2022 euro 33,00.

Rinnovo contratto

Per le aziende produzione vetro piano, di filati di vetro e lana, per quelle di lavoro artistico e le seconde lavorazioni in vetro piano gli aumenti saranno corrisposti rispettivamente il 1° giugno 2020 e il 1° giugno 2022.

Dal 1° settembre 2022 varia anche l’indennità per il turno notturno a cifra fissa: nel settore vetro euro 6,5; settore lampade euro 4,5

Per la previdenza integrativa, da gennaio 2022, il contributo assicurativo per invalidità o premorienza al fondo Fonchim viene elevato allo 0,25% della retribuzione utile per il TFR (trattamento di fine rapporto). 

La malattia

Cambiamenti anche per la malattia che in gravità aumenta da 4 a 12 mesi. Introdotto anche il meccanismo delle ferie solidali che saranno disciplinate dalla contrattazione aziendali e accordo tra le parti in base alle linee guide entro un anno.

I lavoratori a tempo parziale (verticale e orizzontale) dal 1° gennaio 2021 in caso di assenza per malattia, saranno tutelati con la conservazione del posto di lavoro e sarà così predisposta:

  • 9 mesi per i lavoratori con un’anzianità di servizio di tre anni compiuti;
  • 12 mesi per i lavoratori con un’anzianità di servizio oltre tre anni e fino a sei anni compiuti;
  • 16 mesi per i lavoratori con un’anzianità di servizio oltre sei anni. 

Inoltre, i lavoratori che al 31 dicembre 2020 abbiano già superato il periodo di comporto, resta in vigore la normativa precedente. 

Il rinnovo del contratto è avvenuto il 19 giugno 2020 tra Assovetro, Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil.

I contratti rinnovati nel 2020 con aumenti in busta paga

Abbiamo pubblicato il rinnovo con aumenti del:

Contratto metalmeccanico: Aumento busta paga metalmeccanici dal 1° giugno 2020

Contratto settore sanità:  Aumento in busta paga di 154 euro al mese