Aumento stipendi dipendenti pubblici nel Ddl Concretezza, tutte le novità

-
26/10/2018

È stato approvato dal Consiglio dei Ministri il ddl concretezza, che apporterà per i dipendenti della Pubblica Amministrazioni molte novità, vediamo quali

Aumento stipendi dipendenti pubblici nel Ddl Concretezza, tutte le novità

È stato approvato dal Consiglio dei Ministri il ddl concretezza, testo, collegato alle legge di bilancio che prevede grandi novità per la Pubblica Amministrazione. Testo proposto dal Ministro Giulia Bongiorno, che prevede interventi per migliorare l’efficienza delle Pa centrali e locali con una task force denominata “Nucleo della Concretezza”, prevenzioni dell’assenteismo tramite verifiche biometriche e anche lo sblocco del turnover con assunzioni di personale a tempo indeterminato dal 2019

Ddl Concretezza

Ddl concretezza: controllo  biometrica identità per i “furbetti”

Il ddl concretezza prevede tempi duri per “i furbetti del cartellino”. Saranno previsti controlli contro l’assenteismo con le applicazioni di sistemi di rilevazione delle presenze tramite il riconoscimento delle impronte digitali o riconoscimento dell’iride o magari della fisionomia del volto. Gli impiegati pubblici saranno sottoposti a una verifica biometrica dell’identità, ciò servirà per la rilevazione delle presenze e sostituisce il cartellino. La verifica avverrà sia all’ingresso che all’uscita dagli uffici della Pa. Ha ottenuto parere favorevole del Garante della Privacy anche l’istallazione di telecamere di videosorveglianza.  Viene prevista anche l’installazione di apparati di videosorveglianza. Il Governo ha stanziato un fondo di 35 milioni di Euro per l’anno 2019 per la copertura delle spese.


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

Ddl concretezza: Nucleo della Concretezza

Una delle novità del ddl concretezza è l’istituzione di una task force denominata “Nucleo della Concretezza”, è istituita presso il Dipartimento della Funzione pubblica che ha il compito di verificare la concreta realizzazione delle misure indicate dal Piano triennale per l’efficienza delle pubbliche amministrazioni, anche con sopralluoghi sul posto. Il Nucleo della Concretezza, che ha anche il compito di sopportare i vari uffici nella realizzazione delle eventuali misure correttive, sarà composto da 53 persone, di cui 23 individuate tra i dipendenti pubblici con un dirigente al vertice, affiancato da altri due. La spese prevista ammonta a 4,1 milioni a decorrere dal 2019.

Il Nucleo, in collaborazione con l’Ispettorato della funzione pubblica, avrà il compito, tramite sopralluoghi di rilevare lo stato di attuazione delle disposizioni da parte delle Pa e individuare risoluzione per una migliore gestione delle risorse umane. Nel caso in cui non vi sia l’attuazione delle misure correttive proposte dal Nucleo della Concretezza, l’ufficio della Pa verrà iscritto in una black list delle pa inadempienti, ovvero l’iscrizione in un elenco pubblicato sul sito del Dipartimento della funzione pubblica.

Ddl concretezza: Turnover 100%

Il ddl concretezza introduce, inoltre, un piano di assunzione “turnover” per migliorare l’efficienza della pubblica amministrazione. L’esigenza principale è quella di inserire in servizio una nuova generazione di dipendenti pubblici che sappiano rispondere meglio alle esigenze di digitalizzazione dei servizi al cittadino.

Quindi la PA potrà assumere in servizio il 100% del personale andato in pensione nell’anno precedente. Si dovrà comunque procedere all’assunzione in via prioritaria di personale con elevate competenze in materia di digitalizzazione e di razionalizzazione e semplificazione dei processi amministrativi.

Durante il triennio 2019-2021 le PA potrà effettuare assunzioni, mediante lo scorrimento delle graduatorie vigenti nel limite massimo dell’80%; oppure potranno bandire concorsi in deroga alla normativa vigente in materia di mobilità del personale e senza la necessità della autorizzazione preventiva.


Potrebbe interessarti: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Ddl concretezza: Rinnovo contratto e aumento stipendi statali

Con la Legge di Bilancio 2019, partirà l’iter per il rinnovo del contratto per i dipendenti della Pa.

Il rinnovo contrattuale per il triennio 2019-2021 è forse una delle novità più attese dai dipendenti pubblici. Sono previsti ben 3 miliardi di euro per il rinnovo del contratto degli statali.

I fondi previsti attualmente nel testo in bozza della Manovra serviranno a garantire l’aumento degli stipendi e la proroga dell’elemento perequativo.

Decreto concretezza: cosa cambierà per i dipendenti pubblici? Le novità