Bollette acqua luce e gas: chi ha diritto al bonus sociale, tutte le informazioni

-
10/12/2019

Da gennaio 2020 cambiano le soglie dell’Isee e di conseguenza più cittadini possono richiedere il bonus sulle bollette. Ecco le novità.

Bollette acqua luce e gas: chi ha diritto al bonus sociale, tutte le informazioni

Con il nuovo Isee, Indicatore della situazione economica equivalente, si può accedere al bonus sociale per le bollette di acqua, gas e luce con uno sconto maggiore. Vediamo come.

Bonus bollette con il nuovo Isee

Dal 1 gennaio 2020 cambiano le soglie dell’Isee per ottenere sconti sulle bollette di acqua, gas e luce.
Infatti, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera) ha alzato la soglia massima dell’Isee per poter chiedere lo sconto: da 8.107 a 8.256.

Le condizioni per ottenerlo, invece, sono rimaste le stesse e sono:

  • famiglie con almeno 4 figli a carico e Isee non superiore a 20mila euro;
  • famiglie con Isee non superiore a 8.256;
  • persone che percepiscono reddito o la pensione di cittadinanza;
  • famiglie che hanno persone costrette per grave malattia all’utilizzo di apparecchiature mediche elettromedicali.

Bonus bollette: chi può chiederlo

Non tutti sanno di poter chiedere lo sconto sulle bollette. Infatti, da quando è entrato in vigore, solo un terzo degli aventi diritto ne ha usufruito.
Per ottenere il bonus, è necessario presentare una domanda al proprio comune di residenza. È possibile anche presentare la domanda tramite un Caf.

I documenti da allegare sono:

  • documento di identità;
  • codice fiscale;
  • modulo di richiesta compilato e firmato;
  • attestazione Isee corrente in corso di validità;
  • autocertificazione dei componenti del nucleo familiare;
  • ricevuta Inps con numero di protocollo assegnato al reddito o pensione di cittadinanza;
  • eventuale, allegato FN per il riconoscimento di famiglia numerosa.

Conclusioni

L’Arera è stata subito favorevole alle novità introdotte dal Decreto fiscale, che,ricordiamo, è ancora in fase di conversione in legge. Nel decreto sono previsti: il bonus rifiuti e l’allargamento del bonus acqua. Infatti, verrà considerato l’agevolazione non solo relativa al consumo, ma anche ai costi di fognature e depurazione.

Inoltre, dal 2021 è stato deciso che i bonus saranno riconosciuti automaticamente nella bolletta senza necessità per il cittadino di richiederlo ogni anno.

Leggi anche: Bonus Tari 2020: sconto sulla tassa dei rifiuti, ecco i requisiti e come funziona