Bollette: come evitare il pagamento dell’elenco telefonico

-
03/04/2020

Nelle bollette la voce elenco telefonico è uno dei costi che spesso sfugge, ma che incide sul totale della fattura Tim, Vodafone, Fastweb ecc. Ecco, come disdire il servizio.

Bollette: come evitare il pagamento dell’elenco telefonico

Nelle bollette spunta la voce elenco telefonico, un costo annuo che passa in osservato, quasi nascosto. A volte sembra addirittura una sorpresa, forse dovuto dal fatto che il vecchio elenco telefonico che un tempo veniva sfogliato in modo convulsivo, oggi non è più di moda. Si è passati dalla malloppo cartaceo a internet. Dove trovare il numero di un dottore, un’amica o un conoscente, non mai stato così facile. Infatti, basta andare su Google ed eseguire una ricerca sul web, e il gioco è fatto. Del resto, le Pagine Bianche in questione, sono diventate anche uno strumento online di semplice utilizzo.

Nonostante l’uso degli elenchi telefonici si sia azzerato più o meno, si continua a pagare il costo dell’elenco nella fattura del telefono. Si tratta, di una voce annuale sotto forma di contributo per la consegna a domicilio dell’elenco. Un costo di circa 4,80 euro annuo che grava sul pagamento del canone del telefono per la rete fissa.

Cosa comporta non pagare l’elenco telefonico nella bollette?

Eliminando il costo si riduce la spesa fissa annua, ma non si viene depennati dall’elenco. In pratica, si elimina solo la voce che equivale alla consegna dell’elenco presso il domicilio. Il classico cambio dell’elenco dal vecchio al nuovo, eseguito a “porta a porta”.

Il primo passo da seguire per eliminare questo costo, porta al controllo presso la compagnia telefonica con cui è stato sottoscritto il contratto. Per verificare, se la compagnia applica questa voce annua. In linea generale, dovrebbe cadere con l’ultima bolletta di competenza dell’ultimo dell’anno e, corrisponde alla voce “elenchi telefonici”. Ricordiamo che si tratta di un costo applicato alla rete fissa.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Il costo del servizio si aggira su una quota pari a circa 3,90 euro, un importo che aumenta in virtù dell’applicazione dell’Iva al 22%. Un costo che varia in base al gestore telefonico.

Come eliminare la voce elenco telefonico?

Per disattivare la voce in bolletta che porta al servizio di consegna dell’elenco telefonico effettuato a domicilio, eliminando un costo annuo dalla bolletta telefonica. Sarà sufficiente inviare una raccomanda con ricevuta di ritorno alla società fornitrice di telefonia. Allegando i seguenti documenti, quali:

– copia documento di riconoscimento in corso di validità;

– bolletta in cui è presente la voce “elenco telefonico”;

– lettera contenente in chiaro la disattivazione del servizio di distribuzione dell’elenco telefonico.

È possibile che la società distributrice indichi altre modalità per disattivare il servizio, come ad esempio: invio lettera a mezzo fax, punto vendita, e così via. L’invio con raccomandata assicura la disdetta del servizio senza intoppi.