Bollette luce, gas e acqua: sospeso pagamento fino al 3 maggio per Coronavirus

-
14/04/2020

Tra le agevolazioni per le famiglie in difficoltà, la proroga del distacco della fornitura al 3 maggio 2020. Le bollette scadute vanno pagate.

Bollette luce, gas e acqua: sospeso pagamento fino al 3 maggio per Coronavirus

Le bollette luce, gas e acqua non concorrono al distacco della fornitura. Di conseguenza gli utenti avranno più tempo per pagare le bollette scadute. LAutorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (Arera), ha disposto il differimento del distacco della fornitura fino alla data del 3 maggio 2020.

In sostanza, la sospensione era già stata fissata in data 12 marzo 2020, in vigore fino alla del 13 aprile 2020. Ulteriori sviluppi si sono registrati nella giornata di ieri, quando l’Arera ha stabilito di allungare i tempi della proroga per il distacco delle bollette morose.

L’Autorità, preso atto del perdurare dell’emergenza sanitaria ed economica persistente nel nostro Bel Paese, ha proceduto a prolungare il differimento per il distacco delle forniture. In concomitanza alla piena efficacia del nuovo Dpcm, la proroga del distacco è stata posticipata. Una provvedimento che investe le famiglie e aziende, per le quali è stata garantita la fornitura di acqua, luce e gas, anche in presenza di bollette scadute.

Bollette luce, gas e acqua: Arera blocca il distacco

Nel contesto si tratta solo di un blocco che investe le fatture scadute e non pagate. In linea generale, nel caso di morosità scatta il distacco della fornitura. A tal proposito l’Arera per aiutare le famiglie e le aziende in questo triste momento che investe tutto il Paese, ha disposto il continuo dei servizi essenziali pur in presenza di morosità.

Nello stesso tempo, l’Autorità ha rimarcato che i servizi essenziali saranno garantiti per il periodo di emergenza dall’epidemia da Coronavirus. Ma, che l’utente dovrà pagare le bollette scadute dopo la proroga.

In sostanza, dopo il periodo di differimento previsto per il 3 maggio 2020, le bollette scadute di luce, gas e acqua devono essere regolarizzate. Ciò significa che dopo maggio le aziende fornitrici, potranno rinviare la messa in mora agli utenti che non hanno ottemperato il pagamento delle bollette. Prevista la rateizzazione dell’importo della bolletta, senza l’applicazione di ulteriori spese di interessi.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Chi potrà fruire della sospensione della fornitura?

La proroga che investe il blocco del distacco della fornitura riguarda gli utenti in base ai seguenti consumi, quali:

  • utenti bassa tensione per la fornitura di energia elettrica;
  • clienti gas  per un consumo quantificato inferiore a 200.000 Smc/anno;
  • utenti comparto idrico, la proroga sulle bollette dell’acqua viene spalmata per tutti i clienti.