Bollo auto 2018: come evitare l’accertamento Aci

Bollo auto 2018, l’Aci mette in evidenza sulla propria guida le diverse tipologie di avvisi che un contribuente, ecco come evitare l’accertamento.

Per un Bollo auto non pagato per cui si è ricevuta una cartella esattoriale notificata tra il 2000 e il 2010 per un importo inferiore a €1000, questa verrà stralciata entro il 31 dicembre 2018. Mentre per poter aderire alla Rottamazione Ter c’è tempo fino al 7 dicembre, solo dopo essersi messi in regola con le rate della rottamazione bis. Il bollo auto rientra tra le imposte per cui la Regione o l’Agenzia delle Entrate può notificare il mancato pagamento, ma vi è possibilità di poter evitare gli avvisi di accertamento.

Bollo auto: avvisi di accertamento cosa sono?

L’Aci mette in evidenza sulla propria guida le diverse tipologie di avvisi che un contribuente può ricevere:

  • l’avviso di cortesia, questo riguarda l’invio di una comunicazione per posta entro la scadenza del tributo, per consentire il pagamento;
  • avviso bonario è un servizio che invia la comunicazione formale che procede che precede l’accertamento per atto giudiziario nel momento in cui il ricevente lo ignorasse;
  • accertamento riguarda la formazione degli avvisi di accertamento tramite raccomandata di atti giudiziari;
  • iscrizione a Ruolo Coattivo, servizio che genera i ruoli in cooperazione con gli agenti della riscossione

Bollo auto: avviso di accertamento come evitare

Per l’avviso di accertamento bisogna dire che è possibile evitarlo. Per fare ciò bisogna far riferimento ai termini di prescrizione. Sappiamo che il bollo auto viene prescritto entro tre anni dalla sua scadenza cioè il tempo di prescrizione inizia dal 1° gennaio dell’anno successivo alla scadenza del bollo. Se entro questo tempo arriva un accertamento auto, allora i tempi cambiano. Infatti, quando, si riceve un avviso di accertamento bisogna pagarlo entro 60 giorni, dal 61° giorno tale notifica diventa definitiva e si riparte con il conteggio per la prescrizione. Ad esempio se un bollo auto non viene pagato entro il 2018 e per 1° giugno 2021 arriva un avviso di accertamento, entro il 30 luglio del 2021 l’accertamento diventa definitivo quindi si riparte con il conteggio dei termini di prescrizione che questa volta scadrà nel 2024. Se, invece, non si riceve nessuna cartella esattoriale o notifica o accertamento entro il 1° dicembre 2022, quelle che si riceveranno nel periodo successivo saranno illegittime.

Bollo auto: avvisi di accertamento nella Rottamazione Ter?

La rottamazione ter riguarda solo le cartelle esattoriali notificate dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 e non riguarda gli accertamenti. Infatti le cartelle esattoriali seguono l’avviso di accertamento e per questo solo le cartelle esattoriali si può richiedere la rottamazione.

Bollo auto non pagato? Ecco quando arriva l’ufficiale giudiziario

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.