Bollo auto 2019: arriva la stangata con la legge di Bilancio

-
27/10/2018

Con la nuova legge di bilancio 2019 ci saranno novità sul bollo auto, in arrivo una stangata per gli automobilisti. Ecco tutte le novità

Bollo auto 2019: arriva la stangata con la legge di Bilancio

Con la nuova legge di bilancio 2019 ci saranno novità sul bollo auto.  Infatti molti si aspettano l’abolizione della tassa su alcuni veicoli, grazie al gettito generato dall’incremento della accise sul carburante ma invece molto probabilmente ci sarà un aumento per i veicoli più inquinanti fino a Euro 3 e questo riguarderà più di 20 milioni di Italiani.

Bollo auto 2019: aumento nella legge di bilancio?

L’aumento del bollo auto dovrà riguardare soprattutto i veicoli inquinanti e quindi Euro 1, Euro 2 e Euro 3. Questa non è una novità, perché anche nella legge di bilancio 2018 si era avanzata la possibilità di introdurre una rimodulazione della tassa proprio per i veicoli inquinanti per far sì che rinnovasse il parco vetture in Italia, in quanto sono il 44% delle auto Euro 3 circolati in Italia.

Il calcolo del bollo auto si basa attualmente sui kw, se superano o sono inferiori a 100 e anche sulla classe ambientale del veicolo. L’aumento del bollo dovrebbe riguardare soltanto le classi più inquinanti di veicoli e non quelli che fanno parte del Euro 4 in poi.

Bollo auto 2018: evasione pagamento, pericolo di radiazione del veicolo

Bollo auto 2019: l’aumento chi riguarda?

Dobbiamo far presente che non è ancora reso ufficiale l’aumento del bollo auto. Ma se ciò accadesse questo riguarderebbe, quindi le classi di auto più inquinanti.

Facciamo un poco di chiarezza su quali sono queste classi:

  • Euro 0, che sono solo quelle immatricolate prima del dicembre del 1992 e che non possono più circolare ad eccezione delle auto storiche;
  • Euro 1 sono le auto immatricolate dal 1993, queste sono dotati di marmitta catalitica e alimentazione iniezione per i motori a benzina;
  • Euro 2 sono state introdotte nel 1997 con la distinzione di motori a benzina e motore a Diesel;
  • Euro 3 sono le auto immatricolate dal 2001 con l’introduzione dell’Eobd, un sistema di controllo antinquinamento.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Mentre le classi non inquinanti sono Euro 4 immatricolate dal 2006, Euro 5 immatricolate dal 2008e infine l’Euro 6 immatricolate dal 2014.

Bollo auto 2018: esenzioni e agevolazioni, tutte le novità