Bollo auto sarà ridotto del 50% o abolito, quanto c’è di vero

-
22/07/2019

Riduzione e abolizione del bollo auto, quanto c’è di vero? Analizziamo le ultime notizie chiarendo alcuni punti fondamentali sulle ultime indiscrezioni.

Bollo auto sarà ridotto del 50% o abolito, quanto c’è di vero

Il bollo auto è la tassa più odiata dagli italiani, e il vicepremier Luigi Di Maio cerca di avvicinarsi ai contribuenti e dichiara in una trasmissione televisiva che entro fine anno il bollo auto subirà una consistente riduzione o addirittura sarà  abolito. Allo studio la possibilità di partire già nel 2020 con un bollo diminuito del 50 per cento rispetto all’attuale, si dovranno verificare le coperture finanziarie e la fattibilità della misura.

Bollo auto: quanto c’è di vero?

In risposta su quanto c’è di vero sulla riduzione del bollo auto, vi riporto una locuzione latina Verba volant, scripta manent, che, tradotta letteralmente, significa “le parole volano, gli scritti rimangono”.

Al momento sono solo parole che investono le TV, i social, il web, ecc. Finché non uscirà un decreto che prevede la riduzione della misura o la sua abolizione, restano obiettivi da raggiungere.

Da dire che finora qualcosa è stato portato avanti, infatti, il nuovo Governo ha applicato uno sconto del 50% sulle auto semistoriche ancora circolanti che vanno nella fascia dei 20 ai 29 anni di vita. Ricordiamo che le auto storiche sono esentate già da tempo.

Auto storiche: riduzione del 50%, cosa cambia dal 2019? Le ultime novità


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

Tassa di circolazione: interviene la Corte di Cassazione

Ogni Governo che subentra riprende costantemente la proposta dell’abolizione del bollo auto e poi automaticamente viene messa in cantina. Questa volta a dare forza a quest’obiettivo è una recente sentenza della Corte di Cassazione n.122/2019 del 20 maggio 2019, secondo cui le Regioni possono procedere di eliminare la tassa di circolazione o di ridurla. Tutto dipende dalle risorse finanziarie utili all’abolizione del bollo auto e dalla volontà politica di effettuare tale misura.

Tassa di circolazione: come cambia la tassa dopo la sentenza? Le novità