Bollo fatture elettroniche: nuove modalità di pagamento, le novità

-
11/12/2019

Bollo fatture elettroniche: nuove modalità di pagamento previste dal testo di legge di conversione del Decreto fiscale, ecco le novità

Bollo fatture elettroniche: nuove modalità di pagamento, le novità

Sono state introdotte delle novità con diversi emendamenti presentati al Decreto fiscale 2020 a riguardo del bollo sulle fatture elettroniche e la sua modalità di pagamento.

Bollo fatture elettroniche: le modalità di pagamento

Delle novità in merito al bollo sulle fatture, già erano state introdotte con il Decreto fiscale 124/2019.  Nel caso in cui il pagamento del bollo sulle fatture inviate tramite il Sdi viene omesso o è insufficiente o tardivo, l’Agenzia delle Entrate comunica al contribuente l’importo dell’imposta da versare compreso di sanzioni e interessi.

La procedura per intimare il contribuente a pagare il bollo sulle fatture elettroniche, in caso sia stato omesso, prevede diversi passaggi. Inizialmente l’Agenzia dell’Entrate invia un avviso bonario con sanzioni ridotte a un terzo e interessi dovuti fino al mese prima dell’elaborazione della cartella. Il contribuente dovrà versare l’importo per intero o in parte entro 30 giorni dal ricevimento dell’avviso bonario.

Le sanzioni sono ridotte a un terzo quando il contribuente versa tutto o in parte il bollo virtuale entro 30 giorni dal ricevimento dell’avviso bonario. Nel caso il contribuente non rispetta la scadenza l’Agenzia dell’Entrate procede con l’iscrizione a ruolo delle somme da versare maggiorate delle sanzioni e degli interessi.

Si fa presente che le sanzioni sul bollo virtuale per il mancato pagamento vanno dal 100% al 500% dell’imposta dovuta.

Bollo fatture elettroniche: le novità

Adesso sono state introdotte ulteriori novità nel testo di conversione in legge del Decreto fiscale 2020. Sono state introdotte modifiche che riguardano l’art. 17 per semplificare il pagamento del bollo in modo da ridurre gli incarichi ai contribuenti. È stato previsto un pagamento semestrale nel caso il bollo virtuale non superi l’importo di 1.000 euro annuali, le date del versamento sono state stabilite per il 16 giugno e il 16 dicembre di ogni anno.


Leggi anche: INAIL, i minimali e i massimali retributivi del 2021 restano invariati

Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha precisato che già l’articolo 12 comma 9 del Decreto Crescita,  modificato dal Decreto fiscale sulle sanzioni per il bollo non pagato, permette all’Agenzia delle Entrate, dal 1° gennaio 2020 di verificare, in modo automatizzato, il versamento del bollo sulle fatture elettroniche ricevute tramite il Sistema di interscambio.

Bollo virtuale per la fattura elettronica: ecco come si paga e la data di scadenza