Bonus 100 euro per i dipendenti, in vigore da oggi, 1 luglio

-
01/07/2020

Bonus 100 euro in busta paga: in vigore da oggi 1 luglio 2020, vediamo a chi spetta e per quale importo in base al reddito.

Bonus 100 euro per i dipendenti, in vigore da oggi, 1 luglio

Da oggi, 1 luglio 2020, è in vigore il nuovo bonus da 100 euro in busta paga per i lavoratori dipendenti che sostituisce ed amplia il bonus Renzi di 80 euro in busta paga. Si tratta del taglio del cuneo fiscale. Mentre il bonus 100 euro interesserà soltanto i lavoratori dipendenti con reddito da lavoro fino a 28mila euro, è prevista anche una nuova detrazione per i lavoratori con redditi fino a 40mila euro.

Bonus 100 euro in vigore con taglio cuneo fiscale

Nuova detrazione e bonus 100 euro, come detto in apertura, ampliamo e sostituiscono il bonus 80 euro in busta paga entrato in vigore nel 2015 per volere dell’allora governo Renzi.

Ad essere coinvolti nella fruizione del beneficio saranno circa 4 milioni di italiani in più rispetto a quelli che percepivano, fino al mese di giugno 2020, il bonus Renzi.

L’idea del taglio del cuneo fiscale, che porterà appunto al bonus 100 euro e alla detrazione , nasce alla fine dell’estate 2019 e , introdotto da un decreto di inizio 2020 entra definitivamente in vigore a partire da oggi, 1 luglio.

Per approfondire legge l’articolo che spiega gli importi spettanti in base al reddito da lavoro: Bonus 100 euro in busta paga da luglio: dettaglio importi spettanti


Leggi anche: Spid, l’Agenzia delle Entrate rottama le password dall1/10

Si ricorda che per ricevere il bonus non è necessario presentare domanda ma sarà erogato automaticamente a tutti gli aventi diritto nella misura di 100 oppure 80 euro in base al reddito.

Per redditi da 8200 a 28mila euro il bonus spettante è di 100 euro; per chi percepisce redditi fino a 26.600 euro si tratta di un aumento di 20 euro ma per redditi da 26,600 a 28mila euro l’importo di 100 euro sarà in più visto che tali lavoratori non hanno mai percepito il bonus Renzi.

Per redditi da 28mila e 35mila euro il bonus spettante è di 80 euro. Per redditi, infine da 35mila e 40mila euro il bonus degrada dagli 80 euro fino a scomparire.

Mentre il bonus 100 euro (fino a 28mila euro) sarà sotto forma di credito in busta paga, il bonus da 80 euro in giù, per redditi da 28mila e 40mila euro, sarà sotto forma di detrazione fiscale.

Si ricorda, infine, che il bonus del taglio del cuneo fiscale spetterà solo ai lavoratori dipendenti, mentre sono esclusi dalla misura sia i pensionati che i lavoratori autonomi e parasubordinati.

Nella busta paga di luglio, poi, oltre al nuovo bonus, i lavoratori che hanno presentato la dichiarazione dei redditi entro il 31 maggio troveranno anche il rimborso del 730 se spettante.

Per approfondire i tempi di attesa per il rimborso del 730 invitiamo a leggere: Modello 730 precompilato: da quando disponibile e come avere rimborso prima