Bonus 600 euro: a chi spetta e come va richiesto

-
14/04/2020

Ecco a quali lavoratori spetta l’indennità di 600 euro stanziata dal Decreto Cura Italia e come richiederla.

Bonus 600 euro: a chi spetta e come va richiesto

Il Decreto Cura Italia ha previsto un bonus di 600 euro per dare un sostegno ai lavoratori che hanno risentito economicamente delle restrizioni imposte per contenere i contagi di COVID-19. Vediamo nello specifico a chi spetta l’indennità e come deve essere richiesta.

Bonus 600: a chi spetta l’indennità

Si tratta di un sostegno una tantum (nel decreto di aprile, invece, dovrebbe essere contenuto il reddito di emergenza per tutta la durata della quarantena). Il Bonus è per partite Ive, liberi professionisti, lavoratori autonomi ma comprende anche altre tipologie di lavoratori, vediamo quali e con quali requisiti.

L’indennità di 600 euro spetta a:

• liberi professionisti che abbiano partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e ai titolari di contratti cococo alla stessa data, iscritti in via esclusiva alla Gestione separata INPS

• lavoratori autonomi che risultino iscritti alla Gestione speciale dell’AGO (qui rientrano anche i commercianti e gli artigiani)

• lavoratori stagionali del turismo con rapporto di lavoro cessato tra il 1 gennaio 2019 e d il 17 marzo 2020 (non devono essere titolari di redditi da lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020)

• Lavoratori agricoli (coltivatori diretti, mezzadri e coloni) che abbiano effettuato almeno 50 giorni di lavoro agricolo nel 2019

• Lavoratori dello spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri versati nel 2019

Leggi anche: Indennità 600 euro spetta anche ai titolari di pensione di invalidità

Come richiedere l’indennità?

Si consiglia di farlo il prima possibile poichè i 600 euro saranno erogati nel corso della settimana che finisce il 19 aprile (prossima settimana). La domanda può essere inoltrata servendosi del portale dell’INPS (ma serve essere in possesso del PIN dispositivo o del PIN semplificato, dello SPID, della Carta Nazionale dei servizi o della carta di identità elettronica) o, in alternativa, telefonando al contact center dell’INPS al numero 803164 se si chiama da rete fissa e dal numero 06164164 se si chiama da rete mobile.

Le domande possono essere presentata a partire dal 1 aprile ma è bene tenere presente che sono vincolate all’esaurimento dei fondi stanziati. Si potrebbe, quindi, non rientrare nell’indennità se si presenta domanda troppo tardi.