Bonus 600 euro: la domanda respinta si può ripresentare, ecco cosa fare

-
22/04/2020

Bonus 600 euro: se la domanda è stata respinta è possibile ripresentarla, ecco cosa fare (guida completa).

Bonus 600 euro: la domanda respinta si può ripresentare, ecco cosa fare

Molti i lettori che ci chiedono informazioni sul bonus 600 euro destinato alle partite IVA e ai collaboratori. Le domande che ci pongono sono: Perchè non mi arriva il bonifico? Come posso controllare lo stato della pratica? Sulla domanda c’è scritto in attesa di esito cosa vuol dire? Cerchiamo di dare una risposta a queste domande considerando anche l’ultimo messaggio Inps del 21 aprile 2020. 

Bonus 600 euro: chiarimenti dall’Inps

L’Inps con il messaggio del 21 aprile 2020 pubblicato sul suo portale ha chiarito che molte domande non sono state evase, e quindi l’ente non ha proceduto con l’accredito dei 600 euro perchè l’Iban comunicato dal richiedente era errato. 

Questo è il messaggio: “Ad oggi, 21 Aprile 2020, l’INPS ha in pagamento 3.452.050 indennità 600 euro previste dal Decreto “Cura Italia”. Per 32.919 domande è in via di correzione l’ Iban comunicato in sede di richiesta, e per 958.000 domande è in corso l’istruttoria”.

Inoltre, l’ente invita i richiedenti a controllare lo stato della pratica qui: Bonus 600 euro: come verificare lo stato del pagamento

La domanda può essere ripresentata

Se la pratica risulta rifiutata è possibile ripresentarla con le stesse modalità. La domanda deve essere inoltrata tramite il portale dell’Inps www.inps.it, con il servizio online denominato Indennità COVID-19, il bonus 600 euro non è soggetta ad imposizione fiscale.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Come accedere al sito Inps

Codice Fiscale e credenziali SPID o PIN Inps o CNS o Carta di identità elettronica 3.0.

Se non si possiede già nessuna di queste credenziali, è possibile richiedere il PINonline tramite il portale INPS; è possibile inoltrare la domanda anche con la prima parte del Pin Inps.

Il servizio Richiesta PIN online è accessibile digitando la parola chiave PIN nel motore di ricerca del portale www.inps.it

Per richiedere questa ed altre prestazioni del Decreto Cura Italia, basta inserire i primi 8 caratteri del PIN ottenuti dalla procedura via sms, al numero di cellulare che hai inserito tra i contatti richiesti dalla procedura di Richiesta PINonline. 

Bonus 600 euro: guida illustrativa con istruzioni per la compilazione della domanda

Video guida con tutte le informazioni per fare domanda sul sito Inps dell’indennità di 600 euro.