Bonus 600 euro: stop ai furbetti, controlli a tappeto

-
29/04/2020

Bonus 600 euro, per il mese di aprile arriverà fino a 800 euro, ma ci saranno controlli a tappetto sulle vecchie istanze e limiti di reddito da rispettare, le ultime news.

Bonus 600 euro: stop ai furbetti, controlli a tappeto

Il premier Conte nell’ultima conferenza ha annunciato la possibilità di aumentare il bonus 600 fino a 800 euro da riconoscere alle seguenti categorie: Professionisti con partita IVA e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;  Lavoratori autonomi iscritti alla Gestione speciali dell’AGO;  Lavoratori del turismo e degli stabilimenti termali; Lavoratori agricoli operai a tempo determinato; √ Lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dei lavoratori dello spettacolo.

Bonus 600 euro pagamento diretto su conto corrente

Il  pagamento del bonus di 600 euro della prima tranche relativa a marzo non è arrivato a tutti. Il premier Giuseppe Conte nell’ultima conferenza stampa, si  è scusato con i tanti lavoratori che attendono l’accredito. Il numero elevato di domande ha bloccato il sistema, ha promesso che a breve saranno messe in pagamento tutte le istanze degli aventi diritti. Per verificare lo stato di pagamento è facile, ma possono effettuare la verifica solo coloro che hanno inoltrato la domand con il pin Inps completo.

La  procedura da seguire qui: Bonus 600 euro: come verificare lo stato del pagamento

Controlli a tappeto sul bonus 

Il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Barretta ha comunque evidenziato che la prossima ondata di beneficiari, che riguarderà il mese di aprile, dovrà rispettare una soglia di reddito minimo relativamente agli autonomi iscritti all’Inps. Il sottosegretario fa presente, che relativamente alla prima tranche del mese di marzo, ci sono stati abusi da parte di chi aveva redditi alti e non ne aveva diritto. Sembra che il nuovo bonus da 600 a 800 euro subirà un restyling della misura e degli aventi diritto. I professionisti iscritti alle casse subiranno una modifica nei requisiti per ottenere il bonus. Barretta ha dichiarato: “  va corretta l’esclusività dell’iscrizione ad un Ente per chi rientra nei limiti reddituali fissati dalla legge”.


Leggi anche: Dolci tipici di Natale regione per regione vediamo quali sono

Per i consulenti del lavoro il bonus 600 euro arriverà a mille euro. Ad oggi risultano presentate 10.115 istanze. I commercialisti hanno aderito al bando della cassa, circa 1.200 istanze presentate