Bonus 800 euro e stop ai licenziamenti, le novità del decreto

-
27/04/2020

Le misure col decreto di aprile: prevista la proroga sui licenziamenti, congedo parentale, bonus baby sitter e reddito di emergenza.

Bonus 800 euro e stop ai licenziamenti, le novità del decreto

Nel decreto di aprile il differimento sullo stop sui licenziamenti fino al mese di luglio, e non solo. Il provvedimento contenuto nel decreto Cura Italia emanato a marzo dovrebbe essere prorogato per altri 2 mesi nel decreto legge di aprile. Il premier Giuseppe Conte ha presentato la Fase 2 nella conferenza stampa illustrando le misure del DPCM del 26 aprile. Il decreto di aprile sarà incentrato sul sostegno alle famiglie e alle aziende.

Fase 2 decreto di aprile: proroga pacchetto lavoro

In sostanza, il Governo porterà avanti il piano di lavoro inoltrato con il decreto Cura Italia. Molto probabilmente, le misure sul piano assistenziale previste per i lavoratori saranno prorogate. In vista, quindi, il differimento delle agevolazioni come: congedo parentale straordinario, bonus baby sitter, indennità 600 euro, cassa integrazione potrebbe essere reinserite e ridimensionate del valore in aumento di altre 200 euro, portandosi a un bonus di 800 euro. Prevista, anche l’ingresso della misura sul reddito di emergenza. Nel pacchetto dei differimenti per i lavoratori dovrebbe trovarsi anche lo stop ai licenziamenti per almeno altri 2 mesi.

Stop ai licenziamenti almeno 2 mesi

I lavoratori non potranno essere licenziati per almeno altri 2 mesi, ossi fino a luglio. La Fase 2 prevista con il decreto di aprile che dovrà unirsi al DPCM. Il Governo punta a stanziare risorse a copertura del pacchetto lavoro di circa 24 miliardi. Nei provvedimenti dovrebbe essere presente un ulteriore posticipo dell’articolo 46 presente nel decreto Cura Italia sulla sospensione dei licenziamenti, insieme al differimento degli ammortizzatori sociali innanzi indicati. Resta da dire che, per alcune di queste misure manca a oggi il pagamento dell’Inps.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Le misure preannunciate da ministro del Lavoro contenute nel decreto di aprile

Il decreto di aprile conterrà un pacchetto di misure indirizzare a sostenere i lavoratori e le famiglie, nonché le aziende per la fase 2. Atteso il tanto rilancio dell’economia con la riapertura delle attività commerciali e l’organizzazione sociale, ossia il modo in cui saranno stabilite le regole sulle relazioni della collettività.

In sintesi, nelle nuove misure non si parla solo della proroga ai licenziamenti, ma come preannunciato in un post pubblicato attraverso il canale Facebook dalla ministra del Lavoro Nunzia Catalfo. Il decreto di aprile conterrà le risposte e il supporto necessario a milioni di lavoratori e famiglie. Secondo la ministra, l’Esecutivo sta lavorando per irrobustire le misure presenti nel decreto Cura Italia con l’aggiunta di ulteriori provvedimenti a tutela di tutti i lavoratori. Insomma, la ministra ha assicurato uno sguardo attento sulle esigenze di tutte le categorie di lavoratori, compreso colf e badanti, attraverso l’introduzione del Reddito di emergenza per immettere liquidità nelle famiglie.

Per ulteriori dettagli bisognerà attendere la conferma del DL di aprile definitivo.