Bonus affitto 2020 fino a 2.000 euro oltre la detrazione nel 730, ecco come chiederlo

-
12/02/2020

Bonus affitto 2020 fino a 2.000 euro per nucleo familiare, ecco i requisiti richiesti e come fare domanda, tutte le informazioni utili.

Bonus affitto 2020 fino a 2.000 euro oltre la detrazione nel 730, ecco come chiederlo

Il contributo affitto 2020, chiamato “bonus affitto” è una prestazione a sostegno a supporto delle spese per la locazione dell’abitazione principale. Il bonus in linea generale è disposto dai Comuni o Regioni che attraverso l’emanazione di un apposito bando, devolvono un contributo a favore dei cittadini affittuari di un appartamento con un regolare contratto di locazione, con una soglia di reddito minimo prevista dall’ISEE.

Bonus affitto 2020: a chi spetta

Un lettore ci chiede: Salve le volevo chiedere gentilmente come afre per integrare già percepisco il reddito di cittadinanza ma avrei la possibilità di prendere in affitto una stanza quindi come integrare per avere i fondi volevo sapere grazie

Per i titolari che percepiscono l’assegno per Reddito di cittadinanza, è da considerare che una  parte di sussidio è destinato alle spese di locazione, oltre ai bonus luce, gas, acqua e così via.

Inoltre, i contribuenti possono usufruire delle detrazioni IRPEF del 19% delle spese di affitto sostenute annualmente, sempre in base al reddito annuale percepito. Abbiamo trattato l’argomento in quest’articolo: Detrazione spese di affitto del 19% nel 730 e Reddito di cittadinanza

Requisiti richiesti

Per accedere al bonus affitto  bisogna aderire al bando che dovrà essere emanato dai Comuni o dalle Regioni.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

I requisiti richiesti per poter partecipare al bando, in linea generale sono:

  • cittadinanza italiana, comunitaria o non comunitaria;
  • residenza nel comune dove è in vigore il bando;
  • possesso del contratto di locazione ad uso abitativo, registrato all’Agenzia delle Entrate, e residenza regolare nell’abitazione;
  • canone di affitto versato regolarmente;
  • reddito ISEE che rientri nel limite imposto dal bando del Comune;
  • non essere intestatari di altre misure di sostegno di affitto devolute da altri enti come Regione o fondazioni ecc.;
  • non essere titolari di assegnazione di appartamento di edilizia residenziale agevolata, né tanto meno proprietari d’immobili o usufrutto, la norma riguarda tutto il nucleo familiare.

Per la quantificazione dell’importo del bonus affitto, è necessario controllare le varie disposizioni regionali o comunali riportate nel bando che dovrà essere regolarmente pubblicato con l’indicazione dei parametri. La settimana scorsa è stato pubblicato il bando della Regione Campania che prevede un bonus fino a 2.000 euro. 

Bonus affitto – Regione Campania

Il Bollettino Ufficiale Regione Campania n. 8 del 3/02/2020 il Decreto dirigenziale n. 9 del 31/01/2020 prevede che i cittadini in possesso dei requisiti, possono presentare domanda per il seguente contributo:

  • cittadini collocati nella fascia A, con reddito fino a 13.338,26 con un’incidenza del canone di affitto non inferiore al 14 per cento, possono fruire di un contributo fino a 2.000 euro;
  • cittadini collocati nella fascia B, con reddito fino a 25.000 euro e un’incidenza del canone di affitto non inferiore al 25 per cento., possono fruire di un contributo fino a 1.800 euro.  

La domanda deve essere inviata entro le ore 23,59 del 13 marzo 2020, e riguarda l’affitto per l’anno 2019, è possibile inoltrare la domanda accedendo al sito: https://bandofitti.regione.campania.it