Bonus affitto: credito d’imposta 60% solo per chi è in regola, novità dell’AdE

-
04/04/2020

Potranno beneficiare del credito d’imposto del 60% solo chi è in regola con il pagamento del canone di locazione di marzo. Tutte le info sul bonus affitto presente nella circolare dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus affitto: credito d’imposta 60% solo per chi è in regola, novità dell’AdE

Per richiedere il credito d’imposta del 60% e beneficiare del bonus affitto, usufruendo dell’agevolazione bisogna essere in regola con il pagamento del canone di marzo. Secondo l’Agenzia delle Entrate, non è prevista alcuna forma di agevolazione per chi omette il pagamento del canone di locazione dovuto per il mese di marzo.

In sostanza, si tratta di un chiarimento sulla norma che prevede un bonus sull’affitto del mese di marzo. Diretto alle attività lavorative che hanno subito danni in seguito alla chiusura forzata da Covid-19. L’Agenzia delle Entrate nella circolare n.8/E del 3 aprile 2020, chiarisce che il credito d’imposta pari al 60%. Potrà essere usufruito solo dopo l’avvenuto pagamento del canone di affitto del mese di marzo. Una postilla non presente nel Decreto Cura Italia. Tuttavia, per l’Amministrazione Finanziaria, si tratta di un presupposto dovuto alla ratio legis, ossia il fine con cui è stata emanata la norma.

Bonus affitto: la circolare dell’Agenzia delle Entrate sul credito d’imposta

L’Agenzia delle Entrate attraverso la circolare n. 8 resa pubblica il 3 aprile 2020, chiarisce la norma sul credito d’imposta del 60%, in materia di affitti emanata dal Decreto Cura Italia.

Sostanzialmente, il bonus affitti è un’agevolazione emanata dal Governo attraverso il Decreto Cura Italia. Al fine, di contrastare i danni subiti in seguito alla chiusura forzata delle attività lavorative (aziende, esercenti commerciali ecc.), ritenute non essenziali, per contenere la diffusione dell’epidemia da Covid-19.

Seppure, nel complesso la disposizione emanata dal Governo nel Decreto Cura Italia, non contiene una particolare postilla che indirizzi all’obbligatorietà del pagamento del canone di marzo. Per l’Agenzia delle Entrate il bonus affitto che prevede un credito d’imposta del 60%, sarà riconosciuto a favore di chi è in regola con il pagamento del canone di locazione del mese di marzo.


Leggi anche: Censis, il rapporto del 2020 su consumi, ricchezza, società e sussidi di welfare: l’effetto del coronavirus

Bonus affitto: l’interpretazione dell’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 8 del 3 aprile 2020

L’Agenzia delle Entrate, ha operato a pieno supporto dell’Erario. Non tenendo conto che nell’articolo 65 del Decreto Cura Italia. Nello specifico, il bonus affitto prevede un credito d’imposta del 60%, che viene attribuito sul totale del canone di locazione del mese di marzo 2020. Manca, in particolare, la specifica che impone il godimento dell’agevolazione dopo il pagamento regolare del canone di marzo.

Video Bonus affitto