Bonus bebè: per la prima volta anche senza Isee

-
21/02/2020

A partire dal 2020 il bonus bebè spetta anche a chi non ha presentato la dichiarazione Isee.

Bonus bebè: per la prima volta anche senza Isee

Il bonus bebè 2020 porta, oltre alla variazione degli importi e della platea dei beneficiari, anche un’altra importante novità: per la prima volta il beneficio si può avere anche senza Isee aggiornato. questa è una novità assoluta visto che fino al 2019 la possibilità di accedere al sussidio senza Isee aggiornato non esisteva.

Bonus bebè senza Isee

Per non far perdere alle famiglie con un figlio la possibilità di ricevere il bonus bebè fin da subito l’INPS, da quest’anno, riconosce il beneficio anche in assenza di un Isee aggiornato.

La legge di Bilancio 2020 ha esteso il bonus bebè per i figli nati o adottati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020. L’importo dell’assegno mensile, ovviamente, varia in base al reddito deducibile dall’Isee.

Per l’anno in corso, in ogni caso, l’Inps ha precisato che in assenza di un Isee aggiornato e in corso di validità si ha diritto lo stesso al bonus benè ma sarà riconosciuto solo l’assegno minimo di 80 euro al mese (o 96 euro al mese in caso di figlio successivo al primo)importo che spetta per tutti i nuovi nati a prescindere dal reddito.

In un secondo momento, quando si presenterà l’Isee aggiornato, poi L’inps riconoscerà la differenza spettante. L’INPS, quindi, corrisponde, senza Isee, solo una sorta di anticipo pagando la differenza solo in presenza dell’Isee.

Bonus bebè 2020

Dal 1 gennaio 2020, infatti, il bonus bebè è esteso a tutti, a prescindere dal reddito. Il reddito serve solo a stabilire la somma spettante che può variare dai 160 agli 80 euro per il primo figlio (20% in più per i figli successivi al primo).
La durata del bonus bebè è di un anno.
Alle famiglie con redditi fino a 7mila euro spetteranno 160 euro al mese, ale famiglie con redditida 7 a 40mila euro spetterà un assegno mensile di 120 euro. Per i redditi superiori ai 40mila euro il bonus bebè spettante è di 80 euro mensili.


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti