Bonus Bici e monopattino 2020: come funziona e quando arrivano i soldi, da oggi 14 gennaio 2021 ripartono le richieste di rimborso

-
14/01/2021

Bonus Bici e monopattino 2020: come funziona e quando arrivano i soldi, da oggi 14 gennaio 2021 ripartono le richieste di rimborso

A partire da oggi 14 gennaio 2021 ripartono le domande per il Bonus Bici 2020. Il governo ha stanziato per la misura ulteriori 35 milioni di euro, facendo riferimento esplicito al programma sperimentale di mobilità varato lo scorso anno. Il beneficio di legge spetta in particolare a tutti coloro che hanno acquistato nei termini di legge una bicicletta o un monopattino. Resta l’esclusione per l’immatricolazione di autovetture.

La nuova finestra utile per inoltrare le domande resterà aperta fino al prossimo 15 febbraio 2021. Per partecipare è necessario aver effettuato l’acquisto a partire dallo scorso 4 maggio ed entro e non oltre il 2 novembre 2020. Allo stesso tempo, è indispensabile aver conservato regolare fattura o scontrino di acquisto. Il bonus è richiedibile solo una volta per ogni singolo intestatario, quindi non è possibile far valere acquisti multipli.

Bonus bici e mobilità: il Ministero dell’Ambiente assicura la disponibilità di fondi per coprire tutte le richieste

In merito allo stanziamento citato, una nota del Ministero dell’Ambiente ha confermato la possibilità di garantire il rimborso di tutte le domande inoltrate dai cittadini. Ad aver già inviato la propria pratica sono circa 119mila persone. Si tratta di coloro che sono riusciti a registrarsi nella precedente finestra, terminata lo scorso 9 dicembre 2020.


Leggi anche: Pensioni, pagamento anticipato di febbraio 2021: si parte il prossimo 25 gennaio 

La nuova opportunità si concretizza in favore di chi era rimasto escluso dal beneficio per via dello stop tecnico verificatisi sul sito. Con la legge di bilancio 2021, il governo ha quindi provveduto a rifinanziare il provvedimento. Si garantisce così che tutti i richiedenti in possesso dei requisiti possano effettivamente ricevere il rimborso. Ricordiamo, in tal senso, che potevano fare domanda tutti i cittadini maggiorenni residenti in Comuni con popolazione superiore ai 50mila abitanti, inclusi i capoluoghi di Regione e le città metropolitane, oltre ai capoluoghi di Provincia.

Come richiedere il bonus bici e quando arriveranno i soldi

Le persone in possesso dei requisiti di legge e che avevano eseguito la registrazione tra lo scorso 9 novembre e il 9 dicembre potranno quindi procedere all’inserimento della documentazione necessaria per ottenere il via libera al bonus. In particolare, sarà necessario inserire i propri dati, il valore del bene acquistato e la documentazione fiscale riguardante l’acquisto.

Al fine di agevolare la procedura, il Ministero dell’Ambiente ha messo a disposizione un apposito portale raggiungibile al sito web buonomobilita.it e utilizzabile tramite riconoscimento Spid. I rimborsi avranno luogo  una volta chiusa quest’ultima finestra, ovvero a partire dal prossimo 15 febbraio 2021. Fino a tale scadenza resterà sempre possibile entrare nel portale predisposto dal Ministero ed eseguire l’aggiornamento o la modifica dei propri dati.


Potrebbe interessarti: Reddito di cittadinanza, reddito di emergenza e cassa integrazione, dati boom per il Covid: novità e aggiornamenti Inps sugli ultimi pagamenti

Secondo quanto previsto dalla normativa sul bonus bici, i rimborsi saranno eseguiti al 60% della spesa sostenuta, con un massimale che non potrà comunque superare le 500 euro. Tutti coloro che hanno effettuato la registrazione nel periodo di validità riceveranno anche un’apposita email di promemoria, tramite la quale potranno accedere alla propria area riservata per il caricamento della documentazione.