Bonus bollette 2022: novità ISEE sui requisiti

-
07/03/2022

Bonus bollette 2022: novità ISEE sui requisiti

Bonus bollette 2022 al via anche nel corso del nuovo anno, ma con requisiti stringenti. L’impatto dei rincari economici ha portato molti italiani a confrontarsi con l’aumento dei prezzi dell’energia e delle utenze elettriche. Il nuovo contesto ha quindi spinto il governo a potenziare gli aiuti relativi agli strumenti di sostegno per i cittadini, oltre che per il settore.

Come accade sempre più spesso, questi meccanismi sono ormai legati alla verifica delle condizioni economiche e patrimoniali dei richiedenti. Un passaggio che rende indispensabile la presentazione dell’ISEE. Questo perché le risorse saranno distribuite verso quelle famiglie che si trovano a confrontarsi con condizioni di disagio ed esclusione sociale.

Per poter usufruire del nuovo bonus elettrico sarà quindi necessario possedere i requisiti indispensabili indicati dall’ARERA, ovvero l’autorità di riferimento per l’energia. L’esecutivo ha stanziato nuove risorse tramite il decreto sostegni ter, anche considerando che il contesto attuale implica un aumento delle richieste di aiuto.


Leggi anche: Bonus condizionatori 2022: requisiti, come averlo e come funziona

Bonus elettrico 2022: che cos’è e chi potrà beneficiarne

Tenendo presente il quadro appena evidenziato, passiamo ora ad approfondire in cosa consiste il bonus elettrico 2022 e chi potrà beneficiarne. In particolare, sarà fondamentale tenere presenti i requisiti di accesso alla misura. Il bonus luce e gas rappresenta infatti un aiuto economico previsto dal governo Draghi e deciso a ottobre 2021. La gestione è demandata all’ARERA, l’autorità di riferimento per il settore.

All’interno del provvedimento sono contenute diverse agevolazioni, studiate in modo specifico per alleggerire il peso dei rincari energetici sulle famiglie in difficoltà. Infatti, la fruizione della misura è legata alla presentazione dell’ISEE, oppure a coloro che per motivi di salute sono obbligati a disporre di dispositivi medici in grado di garantirne la sopravvivenza.

Specifichiamo quindi subito che per usufruire del bonus elettrico è fondamentale presentare il modello ISEE 2022. Partiamo da questo elemento per definire i parametri di accesso al meccanismo di sostegno.

Sconto elettricità: quali sono i requisiti ISEE nel 2022

Per poter beneficiare del bonus bollette 2022 sarà indispensabile presentare un indice ISEE non superiore a 8265 euro. In alcuni casi particolare, questo limite può essere innalzato fino alla soglia di 20mila euro. Si pensi, ad esempio, alle famiglie numerose, dove sono presenti quattro o più figli a carico.


Potrebbe interessarti: Riforma pensioni 2023: cosa succederà e chi rischia di più

Un ulteriore requisito da rispettare è legato alla presenza del reddito di cittadinanza (oppure alla pensione di cittadinanza). È possibile usufruire della misura anche qualora si risulti disoccupati, ma in tale evenienza sarà necessario presentare l’ISEE corrente. Quest’ultimo è infatti in grado di restituire una situazione aggiornata, considerando quindi la perdita del posto di lavoro e il relativo impatto per il nucleo familiare.

Bonus elettrico: quali benefici e importi sono applicati alle bollette

A lato delle regole per l’accesso al beneficio di legge vi è poi la questione dello sconto effettivamente praticato agli aventi diritto. La riduzione in bolletta varierà in base alla specifica condizione familiare. In questo senso, l’importo infatti sarà differente sulla base dell’ISEE o della condizione di disagio fisico. Il beneficio varia anche rispetto al numero di componenti del nucleo familiare.

In particolare, per la richiesta tramite ISEE i nuclei formati da single o due persone potranno ottenere 134,10 euro di bonus. Si sale a 162,80 euro per le famiglie fino a 4 componenti, mentre oltre questa soglia si arriva a toccare 192,60 euro. Le cifre sono quindi state aggiornate al rialzo rispetto al 2021, anche considerando l’inflazione e il rincaro dei prezzi dell’energia.

Ancora diverso il caso di chi richiede il beneficio per il disagio fisico. In questo caso, la cifra massima è di 111,60 euro e si riferisce a dispositivi medicali con potenza superiore a 1200 KWh. Si scende invece a 77,40 euro per le apparecchiature con potenza minima di 600 KWh e massima di 1200 KWh. Sotto i 600 KWh si ottiene invece uno sconto corrispondente a 43,20 euro.

Come ottenere il bonus elettrico 2022: la procedura per l’invio della domanda

Infine, concludiamo con la procedura da seguire per richiedere il bonus bollette 2022. Il beneficio di legge è legato alla presentazione dell’ISEE e potrà essere richiesto tramite il sito web dell’ANCI (www.anci.it). In alternativa, è possibile anche presentare l’apposita domanda tramite il CAF di fiducia, oppure presso il proprio Comune di residenza.

In caso di richiesta legata a disagio fisico, è essenziale indicare nella domanda il certificato ASL, il codice POD e la potenza contrattuale. Questi ultimi due dati sono reperibili all’interno delle fatture emesse dal proprio gestore elettrico.