Bonus Covid-19 da 1000 euro: domande all’Inps per l’indennità entro il prossimo 15 dicembre 2020, pagamento entro fine mese

-
10/12/2020

Bonus Covid-19 da 1000 euro: domande all’Inps per l’indennità entro il prossimo 15 dicembre 2020, pagamento entro fine mese

Attraverso un nuovo messaggio Inps emergono importanti chiarimenti in merito ai bonus covid-19. L’ente pubblico di previdenza specifica la scadenza e le modalità di invio delle domande relative alle indennità da 1000 euro in favore dei lavoratori dipendenti e autonomi coinvolti. All’interno del messaggio n. 4589 del 2020 si fa quindi il punto della situazione rispetto all’applicazione di quanto previsto dal governo.

Le misure di sostegno sono state inserite all’interno del decreto ristori e del decreto ristori quarter e sono pensate in favore di specifiche categorie di lavoratori. L’obiettivo è di garantire la continuità di reddito in favore di coloro che non hanno avuto accesso alla cassa integrazione o ad altri provvedimenti di welfare scattati a seguito dell’aggravarsi della pandemia da coronavirus. In particolare, l’Inps ha sottolineato la scadenza utile per poter accedere al beneficio. Facciamo insieme il punto della situazione, visto che il termine ultimo scadrà tra pochi giorni.


Leggi anche: Cashback e lotteria degli scontrini 2021: concorsi da migliorare per la Corte Dei Conti

Bonus Covid-19 da 1000 euro: la platea dei lavoratori potenzialmente coinvolti

Tenendo a mente il quadro generale appena evidenziato, bisogna per prima cosa evidenziare che il decreto ristori quarter ha avviato un nuovo bonus da 1000 euro. Quest’ultimo si aggiunge a quello già previsto con il primo decreto ristori. A poter fruire del sostegno sono quindi le stesse identiche categorie di lavoratori, con l’inclusione di tutti coloro che potranno vantare i requisiti di legge allo scorso 30/11.

In particolare, stiamo parlando dei lavoratori con contratti stagionali del settore turistico e degli stabilimenti termali. Rientrano anche gli altri lavoratori stagionali che operano nel comparto turistico e termale, così come i dipendenti a tempo determinato. Infine, sono coinvolti nell’operazione anche gli autonomi occasionali, gli incaricati alle vendite a domicilio, i lavoratori intermittenti e coloro che operano nel campo dello spettacolo.

Nuova indennità da 1000 euro: chi deve inviare la domanda all’Inps entro il 15/12

Rispetto alla presentazione della domanda, non tutti i lavoratori coinvolti hanno la necessità di inoltrare una pratica all’Inps. Chi ha già ottenuto il primo bonus Inps da 1000 euro relativo al primo decreto ristori riceverà automaticamente la seconda tranche del sussidio, a patto di continuare a possedere i requisiti di legge. Questi lavoratori vedranno quindi arrivare il nuovo bonifico da parte dell’ente pubblico di previdenza senza ulteriori adempimenti.


Potrebbe interessarti: Fondo perduto 2021, pagamenti al via per la seconda e ultima tornata: coinvolti 1 milione di beneficiari

Diverso è invece il caso dei lavoratori che in precedenza non avevano i requisiti utili per chiedere il bonus e che sono invece potenzialmente coinvolti nel secondo pagamento. Questi soggetti sono tenuti a inviare la propria domanda all’Inps entro e non oltre il prossimo 15 dicembre 2020. Nel caso in cui il termine non venga rispettato, la possibilità di fruire dell’agevolazione decade e nulla sarà dovuto da parte dell’ente.

Scadenza Inps: rispetto al precedente bonus da 1000 euro c’è tempo fino al 18 dicembre

Per coloro che avevano i requisiti utili a ricevere il primo bonus covid da 1000 euro del decreto ristori, ci sarà più tempo al fine di inviare la domanda. La deadline è infatti fissata al 18 dicembre 2020, risultando quindi successiva al termine da seguire per la seconda tranche. La situazione può apparire paradossale e riguarda un ripensamento sulla scadenza. Quest’ultima era stata fissata inizialmente allo scorso 13 novembre. 

Riepilogando, il primo bonus da 1000 euro riguardante il decreto ristori potrà essere richiesto fino al 18/12 mentre il secondo bonus potrà essere chiesto solo fino al 15/12. La questione potrebbe creare non poca confusione verso coloro che si trovano a dover gestire l’iter amministrativo della richiesta di accesso al beneficio. È importante quindi non fare disordine tra le due scadenze.

Bonus Covid e decreti ristori: quando arriva il pagamento

Chiariti i termini di presentazione delle domande di accesso ai bonus covid-19, molti lavoratori si chiedono quando arriveranno i pagamenti. Ricordiamo che si tratta di somme pensate per garantire un reddito ai lavoratori duramente colpiti dalla crisi del coronavirus e che non hanno possibilità di fruire di altri meccanismi di welfare o di sostegno al reddito. Per questo motivo, i richiedenti si attendono tempestività negli accrediti.

In base alle indicazioni delle ultime circolari Inps e alle stime tecniche, i pagamenti relativi alle indennità covid per i decreti ristori dovrebbero concretizzarsi entro la fine del mese attuale. I lavoratori potranno comunque utilizzare l’area riservata dell’Inps per accedere al proprio fascicolo previdenziale e verificare l’andamento della gestione della pratica. In particolare, sarà possibile trovare la data di accredito all’interno della sezione “pagamenti”.