Bonus energetico: ecco come si risparmia su luce e gas

Le bollette di luce e gas rappresentano le spese primarie che tante famiglie devono affrontare. Per alcuni sono un vero e proprio tabù. Ma c’è un bonus statale che mira proprio ad aiutare le famiglie più bisognose contribuendo alle spese energetiche

Che cos’è il bonus energetico

è uno strumento introdotto dal governo per supportare le famiglie numerose e quelle in condizioni di disagio, per far fronte alle spese energetiche

Chi ne ha diritto?

  • Nuclei familiari con indicatore ISEE non superiore a 8.107,50 euro
  • Nuclei familiari composti da più di tre figli e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro
  • Nuclei familiari che hanno in casa un malato grave che già usufruisce del bonus di disagio fisico

i primi due parametri precedentemente menzionati rappresentano gli stessi del cosiddetto bonus gas

 

Come si richiede

Il bonus energetico si può richiedere presentando apposita domanda presso il comune di residenza o presso un ente terzo designato dal comune, utilizzando i moduli appositi

 

Le cifre

Il bonus non viene erogato  in contanti ma viene gradualmente scalato dalla bolletta nei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda ed è direttamente collegato con il numero dei componenti del nucleo familiare

  • 125 euro per nuclei familiari composti da 1-2 persone
  • 153 euro per nuclei familiari composti da 3-4 persone
  • 184 euro per nuclei familiari composti da oltre 4 persone
Bonus energetico: ecco come si risparmia su luce e gas ultima modifica: 2018-09-15T08:08:28+00:00 da Fabio Lisio

Fabio Lisio

Mi chiamo Fabio, ho 23 anni. Studente universitario, sono una persona molto curiosa di tutto ciò che mi circonda. Appassionato di scienza, viaggi, lingue e culture straniere. Sono alla mia prima esperienza di "penna". Un proverbio giapponese racchiude la mia personalità "Cadere sette volte, rialzarsi l'ottava".