Bonus facciata fino al 90% della spesa: zona A – B – C

-
17/02/2020

Bonus facciata e zone di riferimento A – B – C, quali sono e come individuarle, alcuni chiarimenti per poter fruire dell’agevolazione.

Bonus facciata fino al 90% della spesa: zona A – B – C

La legge di Bilancio 2020 da il via dal 1° gennaio 2020 al bonus facciata e riguarda le spese documentate effettuate pertinteggiatura o pulitura esterna, finalizzate al restauro della facciata su edifici esistenti. Per poter fruire del bonus facciata, gli edifici devono essere ubicati in zona A o B, definita zona omogenea, come si evince dal DM 2 aprile 1968 n. 1444. In effetti sono escluse le case ubicate in campagna e isolate. Analizziamo nello specifico quali sono le zone A e B e qual è la zona C esclusa. 

Bonus facciate: Zone A – B – C

Sono un vostro iscritto e ho letto l’articolo che avete inviato riguardante il bonus per facciate, balconi ecc.vi chiedo per cortesia quali sono le zone A B C o assimilate prese in considerazione, vi ringrazio

Analizziamo quali sono le zone per fruire del bonus facciate per il recupero del 90% delle spese. La normativa prevede che la fruizione è possibile se l’immobile è situato nel Comune di appartenenza nella zona A o in quella B, mentre il beneficio è precluso nella zona C.

Bonus facciata 2020 con detrazione del 90% in 10 anni

Zona A

La zona A riguarda gli immobili situati al centro storico del Comune, che abbiano le seguenti caratteristiche:

  • carattere artistico;
  • carattere storico;
  • pregio ambientale.


Leggi anche: Lotteria degli scontrini 2021 in partenza il 1° febbraio: registrazione per partecipare, cos’è e cosa si vince, le regole dell’Agenzia delle Entrate

Nella area A sono incluse anche le porzioni di essi e le aree circostanti.

L’errore più comune è quello di confondere le categorie catastali con le zone che sono due cose ben diverse, il concetto del bonus riguarda la zona.

Quindi, riepilogando chi abita nei centri storici può accedere al bonus facciate, resta da capire per chi è situato nell’area circostante. Analizziamo qual è la zona B.

Zona B

Per zona B è chiamata anche zona di completamento, comprende le parti del territorio diverso dalla zona A, totalmente o parzialmente edificato. Per zone coperte parzialmente si intende quelle che hanno una copertura di superficie con un indice non inferiore al 12,5 per cento, questo significa una coperta di 1/8.

Zona C

La zona C (aree di espansione urbanista”, i proprietari di immobili situati in questa zona non possono accedere alla agevolazioni.

Per capire se il proprio immobile fa parte della zona A, B o C bisogna rivolgersi al comune di appartenenza e chiedere la classificazione del territorio