Bonus matrimonio 2019: cosa c’è di vero sui 25mila euro?

-
27/01/2019

Gira ancora nel web la notizia che per chi si sposa entro l’anno c’è un bonus di 25mila euro: si tratta di una bufala che ormai circola da anni. Vediamo quali sono i veri bonus che spettano.

Bonus matrimonio 2019: cosa c’è di vero sui 25mila euro?

Buongiorno,

ho letto che per chi si sposa nel 2019 è previsto un bonus matrimonio di 25mila euro, come faccio a richiederlo? Io e la mia fidanzata ci sposiamo a maggio.

Mi spiace deluderla ma il bonus matrimonio da 25mila euro è una bufala che, ormai, gira sul web da almeno 2 anni.

La bufala del Bonus matrimonio

Secondo l’annuncia che dal 2017 trae in inganno i novelli sposi, la Commissione Europea avrebbe stanziato un’incentivo di 25mila euro per le coppie che si sposano entro l’anno con dmanda da presentare allo Sportello Unico Europeo (che non esiste).

Bonus reali per il matrimonio: ecco quali sono

L’unico bonus che veramente esiste per chi si sposa è quello erogato dall’Inps valevole per lavoratori a domicilio, operai, apprendisti e dipendenti di aziende industriali, artigiane e coperative. Per ottenere il bonus che consiste in un assegno che varia in base al tipo di lavoro, si deve aver lavorato almeno 15 giorni nei 90 che precedono il matrimonio e saranno riconosciuti 7 giorni di retribuzione per operai, apprendisti e lavoratori a domicilia.

Per i marittimi, invece, le giornate retribuite saranno 8.

Il bonus è valevole solo per riti con effetti anche religiosi e non solo per le celebrazioni del matrimonio civile.

Congedo matrimoniale

Per i lavoratori dipendenti a tempo determinato e indeterminato, invece, spetta un congedo retribuito di 15 giorni (di calendario) sia per riti religiosi che per quelli civili.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio