Bonus mobili ed elettrodomestici: ristrutturazione del 2019 e acquisto nel 2020, è possibile?

-
01/01/2020

Bonus mobili con elettrodomestici acquistati nel 2020, ci si chiede quando deve iniziare la ristrutturazione edilizia, nel 2018 o 2019? *

Bonus mobili ed elettrodomestici: ristrutturazione del 2019 e acquisto nel 2020, è possibile?

Possono fruire dell’’agevolazione bonus mobili coloro che hanno eseguito interventi ristrutturazione effettuati prima dell’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. La detrazione è pari al 50% per un massimo di 10.000 euro. La detrazione viene sempre rimborsata tramite 10 rate annuali di pari importo.

Nello specifico l’agenzia delle entrate chiarisce per il bonus mobili del 2019 che: Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L’agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio anche per gli acquisti che si effettueranno nel 2019, ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2018.

Per il 2020 è stata disposta la proroga nella legge di Bilancio 2020 e sarà possibile agganciare ai lavori di ristrutturazione il bonus mobili per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ .

Bonus mobili con interventi effettuati nel 2019 e acquisto nel 2020

Buonasera

Per un intervento di ristrutturazione edilizia effettuato nel 2019, avrò la possibilità di beneficiare delle detrazioni acquistando un armadio e un frigorifero nel 2020?

Grazie R.

Risposta. È possibile fruire del bonus mobili ed elettrodomestici, con una detrazione Irpef del 50 per cento delle spese di acquisto solo se è stato realizzato un intervento di ristrutturazione iniziato prima del 1° gennaio 2018. Per il 2020 e il fattore temporale sull’inizio della ristrutturazione si attendono chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Bonus mobili 2020: come fare richiesta e le novità


Leggi anche: Pensioni anticipate 2022: si torna a parlare di quota 41 per i lavoratori precoci

Fonte normativa: Bonus mobili Agenzia delle Entrate